Laboratorio da zero

Da incisore, 13 Ott 2021.

Risposte 4, Visite 228

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Ott, 2021 14:22 #1
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 2595

Età: 61

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

LABORATORIO DA ZERO

Spero di soddisfare  con questo intervento le molte perplessità che nel tempo via via  si sono manifestate circa l’allestimento di un laboratorio di falegnameria da hobbista .
Sia chiaro che non voglio assolutamente elevarmi ad un ruolo di “Maestro” che non ho, mi fa semplicemente piacere condividere con voi una traccia di configurazione che credo possa essere utile per chiarirsi le idee.

LO SPAZIO A DISPOSIZIONE

La prima cosa da tenere in considerazione quando ci si accinge a creare un posto dove fare trucioli è appunto lo spazio a disposizione.
Le dimensioni sono fondamentali come pure la collocazione., nel senso che saranno determinanti sia per definire cosa vorremo realizzare, sia quali macchine potremo eventualmente inserire.
Se intendiamo lavorare con strumenti prettamente manuali ed è nostra intenzione realizzare piccoli manufatti, anche uno spazio risicato può bastare e, al limite, anche un angolo del nostro appartamento potrebbe andare bene.
Ma se intendiamo utilizzare elettroutensili o macchine stazionarie, dovremo tener conto anche di altri parametri.
Per poter lavorare pannelli o tavole di dimensioni anche intorno al metro, dobbiamo avere uno spazio vitale tutto intorno che ci consenta di lavorare in sicurezza agevolmente, quindi almeno 5/6 mq sono il minimo sindacale.

IL PRIMO BANCO

Una cosa fondamentale per chiunque voglia svolgere un hobby che comporti attività manuali è, oltre allo spazio, un piano di appoggio, ora molti hanno il desiderio di realizzarsi un bel banco da lavoro in stile roubo o inglese e ciò è comprensibile, tuttavia ci si deve confrontare sia con lo spazio a disposizione sia sulle difficoltà oggettive nel realizzarlo.

Quindi prima di inerpicarsi nella costruzione di un banco classico, è opportuno iniziare dal basso ad esempio con un classico banchetto tipo “workmate” della B&D o un suo clone; costa poco ed è molto versatile essendo dotato anche della funzione morsa, è richiudibile e sufficientemente stabile quando aperto.
Consigliabile anche dotarsi di un paio di cavalletti, credetemi servono sempre.

GLI ATTREZZI PER COMINCIARE

Per iniziare non servono grandi cose:
Una sega
Una pialla n° 4
Una squadra
Un metro
Un trapano completo di punte
Un martello
Uno scalpello da legno
Un set di cacciaviti

Perché questi strumenti?
Semplice perché sono gli strumenti basilari per poter  misurare, tagliare, rettificare, forare il legno che vorremo plasmare.
Ora la domanda che sorge spontanea è: “si ma quali? Al Brico li trovo?”
In linea di massima si, un Brico ben fornito è senza dubbio in grado di offrire tutto anche se la qualità è quella che è, ma per iniziare può anche andare.
Dobbiamo anche tener conto che comunque qualsiasi attrezzo decideremo di prendere dovremo necessariamente tenerlo in efficienza per poter ottenere il meglio da esso, quindi lame ben affilate in primis e su questo punto vedremo più avanti come fare.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da ac445abSesso: Uomo Inviato: Gio 14 Ott, 2021 00:00 #2
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 1639

Residenza: italia.png

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

Ottimi suggerimenti per un'attrezzatura basic.
Il workmate o simili non li preferisco molto. Troppo esigui come piano di appoggio e piuttosto bassi per lavorarci comodamente.
Come primo banchetto propongo una soluzione salvaspazio di facile realizzazione e che richiede solo un paio di metri di parete libera; potrà essere sempre sfruttato anche come banco ausiliario:

 istantanea_schermo_2021_10_13_22_57_19

 img_e2385_2

Praticamente è un longherone avvitato saldamente al muro su cui si snoda un piano pieghevole incernierato ad esso. Le gambe sono chiudibili. Ha due cani regolabili in altezza. Da completare aggiungendo una morsa.

P.S. Cmq un workmate tornerebbe utile per costruirlo   

____________
Ciao,
Giuliano

WOODWORKING BY HAND (PLANES)

PIALLE CHE PASSIONE

Ultima modifica di ac445ab il Gio 14 Ott, 2021 00:03, modificato 1 volta in totale

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Gio 14 Ott, 2021 14:56 #3
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 2595

Età: 61

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Certamente Giuliano condivido il tuo punto di vista, tuttavia se proprio devi iniziare da zero e non hai spazio per  attaccare un tavolo (pensa a chi lavoricchia in appartamento ed ha l'esigenza di rimettere via tutto a fine lavoro ripristinando il luogo), il workmate può andare.
Naturalmente in questa fase parliamo di chi parte da zero, sia che abbia intenzione di crescere, sia invece per chi ha delle perplessità e non ha le idee ben chiare se proseguirà o meno; è ovvio che poi ci renderà conto delle crescenti esigenze (la dove ci saranno) e di conseguenza ci si adoprerà per soddisfarle.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da ac445abSesso: Uomo Inviato: Gio 14 Ott, 2021 20:58 #4
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 1639

Residenza: italia.png

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

Hai ragione Marco,
In effetti per fare qualunque cosa anche semplice hai bisogno di un appoggio stabile e un sistema di fissaggio e il workmate può essere di aiuto.
O anche due cavalletti e una tavola spessa.

____________
Ciao,
Giuliano

WOODWORKING BY HAND (PLANES)

PIALLE CHE PASSIONE

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Lun 18 Ott, 2021 12:37 #5
Nostromo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 18463

Età: 66

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Condivido pienamente il consiglio dell'uso di un Bench & Vice per iniziare. L'ho spesso consigliato a chi doveva lavorare su piani improvvisati tipo il tavolo da cucina. Anche poi disponendo di un banco fisso, il B&V risulta sempre utile come morsa improvvisata, piano di appoggio, cavalletto, etc. E quando non ti serve lo riponi in pochissimo spazio.

____________
Giuseppe.

Do not break my balls

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo