Anatomia delle Shoulders (2) - Le Shoulders Veritas

recensioniamanuensiLe Recensioni dell'Arca - L'Arte degli Amanuensi

Le Shoulders Veritas
Info generali

  • Autori : Edoardo

  • Data : 24/03/2008

  • Principali Materiali ed Attrezzature impiegate :

    • Veritas Medium Shoulder

    • Veritas Large Shoulder



Introduzione

Nel campo della produzione di attrezzi manuali per la lavorazione del legno, la ditta canadese Veritas si colloca, insieme all'americana LieNielsen, in un posto di assoluta preminenza relativamente alla vastità della produzione ed all'ottima qualità della stessa, caratterizzata inoltre dall'avere un ottimo rapporto qualità/prezzo, e dall'essere un vero best buy in relazione alla relativa fascia di prezzo.

Mentre la produzione Veritas è più orientata all'innovazione tecnologica in un campo in cui, forse, non è stato detto ancora l'ultima parola, anche se sembrava che nulla potesse essere inventato dopo i mostri sacri quali Record e Stanley, la produzione LieNielsen è più tradizionalista, nel senso che è incentrata anche nel rifacimento/reinterpretazione ( con gli ovvi miglioramenti nel campo metallurgico ed ingegneristico ) della produzione delle case del passato.

Della corrente produzione Veritas, la Medium Shoulder

album_pic



e la Large Shoulder

album_pic


rappresentano l'oggetto di questo test.


Descrizione

Come si può osservare, a parte le dimensioni e qualche dettaglio

album_pic


esse sono molto simili tra di loro, condividendo le scelte progettuali, le soluzioni tecnologiche e la medesima cura costruttiva, sia per quanto riguarda la cura nella costruzione in generale, sia per quanto riguarda la cura e l'amore per i particolari.


Adoperandole, ci si rende conto della costruzione veramente massiccia (basti vedere i lever cap ....), ma anche dell'impressione di totale controllo che si ha sull'attrezzo.

Entrambe seguono docili, nonostante la massiccia fattura, la volontà dell'operatore, e questo grazie anche alla grande impugnabilità dovuta all'ottima ergonomia.


Caratteristiche tecniche



  • Medium Shoulder

    • Lunghezza: 178 mm. ( dichiarati 7" = 177,8 mm )
    • Larghezza: 17,88 mm. ( dichiarati 11/16" = 17,46 mm )
    • Peso: 928 gr. ( dichiarati 2 Lb = 906 gr. )
    • Angolo di seduta lama: 15°



  • Large Shoulder

    • Lunghezza: 209 mm. ( dichiarati 8" 1/4 = 209,6 mm )
    • Larghezza: 31,63 mm. ( dichiarati 1" 1/4 = 31,75 mm )
    • Peso: 1675 gr. ( dichiarati 3Lb 3/4 = 1699 gr. )
    • Angolo di seduta lama: 15°




Apriamo la scatola

Entrambe le pialle arrivano in scatoli di cartone riciclabile, di grandezza sufficiente a contenerle (anche se forse un pò troppo sottili).
Una volta aperti, appaiono le pialle avvolte in carta antiossidazione VCI

album_pic


album_pic


e gli scatolini contenenti le lame, protette a loro volta da una busta di plastica antiossidazione.

album_pic


Infatti le pialle son vendute con la lama non installata, e confezionata a parte.

Ogni pialla è corredata di un breve ma esaustivo manuale di istruzioni (con riferimenti alle scelte progettuali, l'esploso della pialla, etc. etc.....), e di certificato di garanzia.


Impressioni costruttive

Estraendo le pialle, si nota che nella sede della lama è temporaneamente montato

album_pic


album_pic


album_pic


album_pic


come tradizione Veritas, un facsimile della lama, di cartoncino plastificato abbastanza spesso (circa lo spessore della lama), per proteggere la sede della lama da eventuali danni, e bloccare in maniera stabile il lever cap superiore.


Passando ad analizzare la costruzione, questa appare massiccia, molto accurata e di ottimo livello per entrambe, con fresature di precisione delle sedi delle lame nei corpi pialla, di ghisa sferoidale smacchinati di precisione, con i fianchi a squadro perfetto con le suole

album_pic


a loro volta dotate di ottima planarità.

L'accoppiamento fra le varie parti (fresature per l'alloggiamento del musetto, sede del gruppo Norris) denotano un'ottima progettazione meccanica, con tolleranze di fabbricazione strettissime.

Applicato alla perfezione risulta essere anche il japanning:

album_pic



nonchè l'ottima rifinitura delle parti non ricoperte dallo stesso, segno di estrema cura da parte del costruttore anche per i particolari.

album_pic



Componenti

Qui potete vedere i componenti delle due shoulder.

La Large:

album_pic

Esploso della Veritas Large Shoulder ( dal manuale di istruzioni ) ....



album_pic

La Veritas Large Shoulder smontata ....


  1. Vite di bloccaggio musetto anteriore
  2. Rondella della vite
  3. Vite di regolazione musetto anteriore
  4. Pomello anteriore (bubinga)
  5. Corpo pialla
  6. Musetto Anteriore
  7. Lever Cap
  8. Pomello superiore Lever Cap (bubinga)
  9. Vite di bloccaggio Lama / Lever Cap
  10. Gruppo di regolazione lama simil Norris
  11. Lama



La Medium:

album_pic

Esploso della Veritas Medium Shoulder ( dal manuale di istruzioni ) ....



album_pic

La Veritas Medium Shoulder smontata ....


  1. Vite di bloccaggio musetto anteriore
  2. Rondella della vite
  3. Vite di regolazione musetto anteriore
  4. Pomello anteriore - Non presente
  5. Corpo pialla
  6. Musetto Anteriore
  7. Lever Cap
  8. Pomello superiore Lever Cap
  9. Vite di bloccaggio Lama / Lever Cap
  10. Gruppo di regolazione lama simil Norris
  11. Lama


Relativamente al serraggio della lama (11) tramite la vite (9) di bloccaggio del lever cap (7), è da ricordare di non effettuarlo in maniera esasperata, pena deformazione, come daltronde per tutte le shoulder, della parte della suola, appartenente al corpo pialla principale

album_pic

Zona della bocca medium



album_pic

Zona della bocca large



Regolazione apertura bocca

In entrambe le shoulder c'è la possibilità di variare l'ampiezza dell'apertura della bocca

album_pic



allentando la vite 1 di bloccaggio del musetto anteriore

album_pic



e variando l'apertura tramite la regolazione della vite 3 che permette in pratica di far avanzare (l'apertura della bocca aumenta)

album_pic



o arretrare (l'apertura della bocca diminuisce)

album_pic


il musetto stesso.


Una volta trovata la posizione relativa all'ampiezza della bocca ottimale per la lavorazione che si sta eseguendo, basterà bloccare di nuovo il musetto con la vite 1.

album_pic



Orientazione dei pomelli

Ma la bontà della costruzione e dell'ingegnerizzazione si vede anche dalla cura per i piccoli particolari profusa da Veritas nei suoi prodotti (si ha il vantaggio della produzione industriale, col conseguente abbattimento dei costi, non disgiunto dall'amore per la cura dei particolari, degno di un artigianato di altissima classe).
Per esempio, il movimento siliconato del pomello posteriore di entrambe le shoulder, orientabile in senso trasversale (destra-sinistra)

album_pic


album_pic


per permettere all'utilizzatore di impugnarlo più comodamente, in relazione al lavoro da fare.
Basta svitarlo fino a che si possa orientarlo liberamente a destra o sinistra, metterlo nella posizione voluta, e riavvitarlo fino a bloccarlo di nuovo.


La soluzione adottata invece per il pomello anteriore (relativamente alla Large) è invece quella di aver previsto, nella parte antero-superiore del corpo pialla, tre fori filettati, uno superiore, uno a destra ed uno a sinistra

album_pic


per poter avvitare il pomello stesso

album_pic


nella posizione più comoda per l'utilizzatore.


Le lame

Di serie vengono fornite, con entrambe le shoulder, delle lame in acciaio A2 con trattamento criogenico, di durezza dichiarata pari a circa RC60-62, con il dorso già lappato e già spianato entro strettissime tolleranze (per provare la bontà della planarità del dorso, così come effettuato dalla fabbrica, basta appoggiarvi, per la lunghezza, un righello d'acciaio ben dritto, di piatto, e vedere l'effetto ventosa ... ).

album_pic



Ricordiamo brevemente che il trattamento criogenico degli acciai consiste in un sottoraffreddamento in azoto liquido ( -196°C ) dell'acciaio dopo tempra, ed è applicato per aumentare la durezza e la resistenza all'usura del pezzo.
Viene attuato adoperando apparecchiature, dotate di microprocessore per il controllo della temperatura, equipaggiate con "camere fredde" dove viene effettuato il trattamento del pezzo nebulizzando finemente l'azoto liquido.


Ritornando alle nostre lame, esse arrivano già preaffilate, e dotate di un bevel principale impostato in fabbrica a 25° che, sommati ai 15° dell'angolo di seduta della lama, portano l'angolo di piallatura effettivo a 40° (le lame lavorano in configurazione bevel-up).

album_pic




  • Caratteristiche dimensionali delle lame

    Le caratteristiche dimensionali delle lame sono:

    • Lama Medium Shoulder

      • Lunghezza: 117 mm.
      • Lunghezza utile: circa 22 mm.
      • Larghezza al tagliente: 18,06 mm.
      • Spessore: 3,12 mm. (Valore dichiarato: 1/8" = 3,17 mm.)



    • Lama Large Shoulder

      • Lunghezza: 141 mm.
      • Lunghezza utile: circa 28 mm.
      • Larghezza al tagliente: 31,84 mm.
      • Spessore: 3,23 mm. (Valore dichiarato: 1/8" = 3,17 mm.)



    L'affilatura di fabbrica risulta essere abbastanza accurata, per cui le pialle sono pronte a lavorare appena "estratte" dallo scatolo.

    Ma, come al solito, un'affilatura manuale permetterà loro di esprimersi al massimo.

    In tal caso, ricordo che, come per tutte le shoulder, gli spigoli (identificati nella foto dalle frecce rosse)

    album_pic


    non vanno assolutamente arrotondati, come si fa normalmente per le bench.

    Infatti le shoulder vengono usate per fare battute, tenoni etc. etc., dove serve che gli spigoli della lama siano non arrotondati, ma a 90° perfetti.


    C'è da dire che il dorso della lama, essendo già spianato e lappato, abbisognerà soltanto di una lucidatura, effettuata partendo dala DMT verde (grana 1200), e passando poi alle sintetiche 3000 e 6000 (valori che avevo disponibili in casa).

    Tale lucidatura potrà interessare soltanto la zona del dorso corrispondente alla parte utile della lama:

    album_pic



    Alla fine, la solita passata di pasta abrasiva.



  • Il sistema di regolazione della lama


    Il gruppo di regolazione stile Norris

    Il sistema di regolazione della lama di entrambe le shoulder prevede l'utilizzo di un meccanismo stile Norris, che in pratica permette, con un sol comando, sia l'avanzamento/arretramento della lama, sia la regolazione destra/sinistra.

    album_pic



    Ruotando in senso orario il pomello posteriore, la lama avanza

    album_pic



    Mentre ruotandolo in senso antiorario, la lama arretra

    album_pic



    Regolazione del centraggio della lama mediante le regolazioni laterali del gruppo Norris:

    album_pic


    album_pic



    Il moto verrà trasmesso alla lama mediante un piolo (indicato nella foto dalla freccia)

    album_pic


    presente all'estremità del gruppo, che andrà ad impegnare uno dei due fori previsti a tale scopo sulla lama stessa.


    Le viti di settaggio

    La Veritas ha previsto, anche in questo caso, delle viti-guidalama (due per lato) per entrambe le pialle.


    Per la Medium:

    album_pic



    Per la Large:

    album_pic



    In pratica, una volta trovato il centraggio ottimale della lama tramite il gruppo di regolazione, basta settare le viti affinchè vadano a sfiorare i lati della lama.

    In tal maniera non si modifica il centraggio della stessa quando la si fa, per esempio, avanzare o arretrare, oppure quando la si estrae e poi la si rimonta.

    Qui di seguito una procedura pratica (valida per tutte le pialle Veritas) per la regolazione di dette viti:


    1. Svitare le viti fino al punto in cui la lama entri comodamente nella sua sede.
    2. Regolare il centraggio della lama tramite il gruppo Norris.
    3. Avvitare tutte e quattro le viti fino a toccare la lama (attenzione a non farla spostare nell'operazione).
    4. Svitare tutte e quattro le viti di pochissimo (meno di 1/4 di giro).





Una piccola prova


Per testare le due Shoulder, ho effettuato due scanalature, traverso vena, su un listello di mogano.

Dopo poco

album_pic


album_pic


le scanalature erano fatte.

La lama della Medium era stata affilata a dovere in precedenza, mentre la lama della Large no (testata con l'affilatura di fabbrica).

Ad onor del vero, si è evidenziata una tendenza a strappare le fibre da parte della large (specie sui lati della scanalatura), mentre la scanalatura fatta con la medium è risultata avere un'ottima rifinitura anche dei fianchi.

Il fondo invece era buono per la large, ottimo per la medium (liscio e "setoso").

E ciò conferma ancora una volta che un'ottima affilatura permette alle lame di esprimere il meglio delle proprie prestazioni ed il meglio delle pialle sulle quali sono montate.





Note Finali

Le due Shoulder Veritas sono risultate essere due attrezzi molto versatili, facili da utilizzare e da settare, estremamente maneggevoli nonostante la massa elevata, ottimamente progettati, costruiti e rifiniti, dall'imbattibile rapporto qualità/prezzo, che trasmettono all'utilizzatore una senzazione di totale controllo su di essi.

Usandoli, ci si rende conto dell'estrema fluidità e "setosità" nell'asportazione, segno di totale assenza di chattering, grazie anche alla massa elevata delle lame ed alla loro ottima planarità, ed alla planarità delle suole.

Altri due centri della casa canadese.

Promosse a pieni voti.

album_pic



Dove reperirle

Le due Shoulder Veritas sono attualmente reperibili sia in Italia che all'estero.





Ricordiamo che i prezzi riportati in questa recensione sono puramente indicativi, e corrispondono a quelli vigenti al momento della stesura della stessa.

Nota: la recensione è stata eseguita con due pialle nuove, acquistate e di proprietà dell'autore.


by ArcaDiLegno - 2008


Edoardo - Lun 24 Mar, 2008 10:53 Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento

 

Tutti i contenuti di questo sito, ove non diversamente indicato, sono coperti da licenza Creative Commons.

cc_88x31