Stucco con Gesso di Bologna

schedefinituraLe Schede dell'Arca - Finitura

Preparazione Stucco con gesso di Bologna
Info generali

  • Autore/Fonte : Edoardo

  • Data : 12/12/2007

  • Difficoltà di esecuzione :

  • Metodologie di esecuzione : Non Applicabile

  • Ambiente di utilizzo : Non Applicabile

  • Robustezza : Non Applicabile

  • Aspetto : Non Applicabile

  • Materiali impiegati : Gesso di Bologna/Colla Vinilica/Terre colorate

  • Tipologia ciclo : Naturale

  • Costo :


Introduzione

Tale preparato viene utilizzato nella fase di preparazione del fondo di mobili e manufatti lignei, prima della lucidatura o della finitura a "mezza cera", per chiudere per esempio i fori provocati dai tarli, riempire piccole spaccature, crepe, oppure per coprire eventuali piccole imperfezioni del supporto ligneo.


Procedura



L'ingrediente fondamentale ....
L'ingrediente fondamentale per questo stucco è il cosiddetto Gesso di Bologna, che si può acquistare o presso i colorifici, o presso rivendite di articoli per belle Arti.

Dove va preparato lo stucco .... ?
Ci si procuri una base non porosa ( che non assorba umidità ) per preparare lo stucco, per esempio una mattonella oppure un ripiano di marmo.

Si versi la polvere di gesso prendendola con una spatola, e la si disponga al centro della mattonella.

Si introducano ora le terre colorate ....
Si passi ora a introdurre le terre colorate per ottenere il colore del legno che si deve stuccare.
In genere, per ottenere tutte le combinazioni di colori, sono sufficienti tre colori fondamentali: giallo, rosso e marrone.
Si prenda con la spatola ciascun colore e si passi ad amalgamarlo col gesso, a secco, mediante l'uso della stessa.

Si cerchi in questa fase di amalgamare intimamente tutti i componenti, cercando di evitare la formazione di grumi di colore o zone in cui c'è solo gesso.
Alla fine la polvere dovrà essere tutta di un sol colore omogeneo.

Per sapere il colore che si deve ottenere, si bagni leggermente il legno da stuccare, e se ne avrà così un'idea precisa.
Partendo da questo, si prepari lo stucco di un colore "leggermente" più scuro, dato che una stuccatura un pò più scura in genere non si nota, mentre una più chiara si.

Che quantità di stucco si deve preparare .... ?
La quantità di stucco da preparare deve essere leggermente maggiore di quella strettamente necessaria a terminare il lavoro.
Infatti, se si dovesse preparare ulteriore stucco per terminare la stuccatura, sarebbe poi difficile farlo del colore identico al precedente.

L'aggiunta di colla ....
E' venuto ora il momento di aggiungere un pò di colla alla miscela di polveri.
La colla conferirà maggiore robustezza e resistenza allo stucco, ma attenti non esagerare dato che in questo caso potrebbe essere poi difficile carteggiare lo stucco una volta secco.
Un buon compromesso è prenderne uno o due cucchiaini da caffe ed amalgamarla alla miscela di polveri ( l'esperienza dirà poi se prenderne in quantità maggiore o minore ).

In genere si usa normale colla vinilica, ma nel caso di mobili di maggior pregio si potrà usare con soddisfazione della colda a caldo.

L'aggiunta di acqua ....
Si faccia ora un piccolo "cratere" al centro del "mucchio", e si aggiunga l'acqua in quantità tale da ottenere un impasto morbido ed omogeneo.

Si faccia in modo, lavorandolo con la spatola, che il composto sia omogeneo e privo di grumi di polvere.



by ArcaDiLegno - 2007


Edoardo - Sab 12 Gen, 2008 12:44 Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento

 

Tutti i contenuti di questo sito, ove non diversamente indicato, sono coperti da licenza Creative Commons.

cc_88x31