AFFILARE GLI SCALPELLI

Da jhl-verona, 25 Gen 2019.

Risposte 36, Visite 4186

Vai a Precedente  1, 2, 3

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Feb, 2019 01:02 #31
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 150

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Buona sera.

Aggiornamento avanzamento lavori per il Senior.

Ho portato il 32 mm con passaggi grana 120 e 240, a grana 320 come il 16 mm, ho dovuto insistere un po’, date le condizioni disperate di partenza dello scalpello, tra cambi di abrasivo, togli e metti sulla guida, un sigarettino   , 45 min.

img_1673

 img_1674


Ho poi preparato la pietra giapponese (grana sconosciuta ma identificata come pietra media), immergendola per un paio di minuti in acqua e passandogli la bout per 2/3 minuti.

img_1675

 img_1676

 img_1677


Ho passato il 32 mm sulla pietra, rispettando la sequenza dorso/bisello e il 16 mm sulla carta grana 1000.

img_1678

 img_1679


Alcune immagini di dettaglio.

 img_1680

 img_1681

 img_1683

 img_1684


E per finire, giusto per avere un riferimento, il dettaglio di uno dei tre scalpelli nuovi, usato molto poco.

img_1685


Considerazioni sulla pietra giapponese:
    -mediamente morbida,
    -asporta facilmente,
    -mi viene da paragonarla alla grana 320 massimo 400

Prossime attività:
    -passata al 32 mm con carta grana 1000
    -passata al 32 e 16 mm con pietra belga grana 4000

Che ne dici Boss?

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Feb, 2019 10:58 #32
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Buon giorno Junior! Hai fatto un bel lavorone vedo. Anzi molto di più di quanto richiedevo - hai portato il 32mm ad una condizione direi quasi perfetta.

Come si è comportata la pietra in acqua? C'erano zone dove l'acqua scorreva via? Dalle foto non mi sembra, quindi possiamo concludere che non ha subito contaminazioni dal olio. Un ottimo ricupero, perchè sarà molto utile quella pietra.

Per la bout - che non conosco personalmente - se viene usato per spianare la pietra allora va bene così, ma se serve solo per creare un pò di fango, direi che non è necessario per una pietra di quella grana. Probabilmente puoi fare di meno.

Credo che le tue osservazioni sono giusti, sarà una pietra di grana 320. Guardando il scalpello nuovo, ha segni di fabbrica sul bisello abbastanza grossi, quindi usi la pietra. Forse il dorso è in migliore condizioni in quel caso puoi partire con la carta grana 1000.

Concordo anche con la tua lista di attività - eccetto mi fermerò a grana 1000 per il 32mm (ma se hai ancora entusiamo in eccesso, procedi pura!) - quindi buon lavoro! Procurati un pezzo di legno tenero, perchè siamo prossimo a fare qualche prova!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Feb, 2019 19:17 #33
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 150

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Buona sera, lettori.

Ciao John.

Giornata fredda, la neve facilita l’entrata dell’umidità nelle ossa, quale cosa migliore stare rintanato nel proprio laboratorio, la stufa emana un piacevole tepore, la radio risuona le note rocchettare di Virgin Radio e come dopo pranzo un paio di fernettini non ci stanno male.
In questa cornice domenicale, perché non incastonarci l’arte dell’affilatura, sembra quasi la ciliegina sulla torta.

Ok Maestro bando alle ciance, ti documento quanto fatto:

La pietra giapponese si è comportata alla grande, nessun rifiuto di acqua, era solo sporca di olio e non impregnata, penso sia ottima per la partenza sugli scalpelli nuovi.

Dopo aver passato il 32 mm sulla grana 1000, mi sono preparato al passaggio, di tutte e due gli scalpelli, sulla Pietra Belga da 4000.


img_100


Questo il risultato sul 32 mm


img_101

 img_102


E questo sul 16 mm


 img_104

 img_105


Siamo arrivati all’ultima fase, la LUCIDATURA, tocco di classe, pezzo di MDF e ci proviamo.

img_106


Risultato sul 16 mm.


img_107

 img_108

 img_109

Risultato sul 32 mm


img_110

 img_111


Non ce male, non ho mandato un satellite nello spazio, ne pretendo di autoproclamarmi esperto affilatore ma sono orgoglioso del risultato ottenuto, vi garantisco che tagliano come rasoi, forse di più.

A questo punto dovevo aspettare le prove, John, non ho resistito e dopo aver immorsato un pezzo di testa ho dato un colpo.

img_112

 img_113

 img_114

 img_115


Sicuramente prima della perfezione ci saranno ancora livelli da superare ma la fatica   , per modo di dire, è ben ripagata.

Col recupero di questi scalpelli, credo di essermi già ripagato l’investimento, considerando che uno scalpello nuovo, anche di ottimissima marca, (credo non tagli come questi) sarebbe stato comunque da affilare.

Maestro, attendo ulteriori istruzioni, ora, oltre giudicare il lavoro svolto, mi devi anche insegnare come usare uno scalpello . Altrimenti le prove come le faccio? Occasione per rubarti un po’ di mestiere.

Per i 3 scalpelli nuovi propongo:

-pietra giapponese
-carta abrasiva ad acqua grana 800
-carta abrasiva ad acqua grana 1000
-pietra Belga 4000
-lucidata finale

Alla prossima puntata.

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Feb, 2019 21:30 #34
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

robiwiller ha scritto: 
Buona sera, lettori.

Ciao John.

Giornata fredda, la neve facilita l’entrata dell’umidità nelle ossa, quale cosa migliore stare rintanato nel proprio laboratorio, la stufa emana un piacevole tepore, la radio risuona le note rocchettare di Virgin Radio e come dopo pranzo un paio di fernettini non ci stanno male.
In questa cornice domenicale, perché non incastonarci l’arte dell’affilatura, sembra quasi la ciliegina sulla torta.

Per me era una giornata da stare a letto! Per fortuna sei fatto di stoffa più resiliente!

robiwiller ha scritto: 
Ok Maestro bando alle ciance, ti documento quanto fatto:

La pietra giapponese si è comportata alla grande, nessun rifiuto di acqua, era solo sporca di olio e non impregnata, penso sia ottima per la partenza sugli scalpelli nuovi.

Questa è una buona notizie. Un bel ricupero davvero. Altrimenti penso che i consigli di Stortino ci avrebbe salvato.

robiwiller ha scritto: 
Non ce male, non ho mandato un satellite nello spazio, ne pretendo di autoproclamarmi esperto affilatore ma sono orgoglioso del risultato ottenuto, vi garantisco che tagliano come rasoi, forse di più.

Hai ragione di essere orgoglioso. Non solo hai fatto un ottimo lavoro, ma adesso inizi a godere i frutti. Anche se non vado matto per l'affilatura per se, capire cos'è, e utilizzare uno scalpello ben affilato è davvero piacevole.

robiwiller ha scritto: 
Sicuramente prima della perfezione ci saranno ancora livelli da superare ma la fatica   , per modo di dire, è ben ripagata.

Col recupero di questi scalpelli, credo di essermi già ripagato l’investimento, considerando che uno scalpello nuovo, anche di ottimissima marca, (credo non tagli come questi) sarebbe stato comunque da affilare.

Certamente ci sarà spazio per migliorare, ma in realtà il mio compito è concluso. Da adesso in poi, hai sufficiente conoscienza, voglia, e capacità di sperimentare per andare sempre più avanti. Puoi considerarti laureato in affilatura con 110 e lode!

robiwiller ha scritto: 
Maestro, attendo ulteriori istruzioni, ora, oltre giudicare il lavoro svolto, mi devi anche insegnare come usare uno scalpello . Altrimenti le prove come le faccio? Occasione per rubarti un po’ di mestiere.

Per i 3 scalpelli nuovi propongo:

-pietra giapponese
-carta abrasiva ad acqua grana 800
-carta abrasiva ad acqua grana 1000
-pietra Belga 4000
-lucidata finale

Alla prossima puntata.

Il giudizio è già stato dato. Per l'utilizzo di uno scalpello (che va al di fuori di questo apprendistato), allora ti sfido a passare ad un nuovo apprendistato - che possiamo nominare 'UTILIZZARE GLI SCALPELLI' - ti senti pronto? Altrimenti, puoi dare un occhiata al Corso di incastri dove serve soltanto una sega, e forse un coltello, oltre ai scalpelli.

Per i tre scalpelli nuovi direi che ormai hai più che sufficiente conoscienza di cosa devi fare, e concordo completamente con la tua lista. Essendo pigro di natura, metterei la grana 800 in forse (meno passi, meglio è). Anche perchè le pietre ad acqua sono fenominale!

Attendo felicemente la prossima puntata, caro Junior collega!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Lun 04 Feb, 2019 09:29 #35
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 150

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Cari lettori, buon giorno.

Ciao John.

Un buon Maestro, riesce sempre a rendere migliore il proprio allievo, grazie ancora John.

Colgo la tua sfida come un’opportunità da non lasciarsi sfuggire. Prontissimo, quando iniziamo?

Comunque per completare questo tutorial, direi di finire con l’affilatura di uno scalpello nuovo, appena procedo, metto le foto delle fasi e dei risultati.

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Mer 06 Feb, 2019 10:40 #36
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 150

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Cari Lettori, buon giorno.

Per finire ecco le fasi di affilatura di uno scalpello nuovo, usato un paio di volte per pulire delle mortase.

img_01_sc_14


Tutte le successive foto, sono fatte con ingrandimento 4x.
Come si può notare dalle prossime due foto, ci sono anche delle scheggiature in prossimità del filo di taglio.

img_02_sc_14


 img_03_sc_14


Per questo motivo ho iniziato il processo di affilatura con carta abrasiva grana 240 e successivamente con i passaggi che John aveva indicato. Ho dovuto insistere un po’, probabilmente avrei dovuto iniziare con una grana più grossa ma parliamo comunque di tempi di affilatura massimi di 10 minuti.
I tempi medi delle affilature sono sui 5 min per passaggio, a seguire le immagini dei vari passaggi.

img_04_sc_14

 img_05_sc_14

 img_07_sc_14

 img_06_sc_14

 img_08_sc_14

 img_09_sc_14

 img_10_sc_14

 img_11_sc_14

 img_12_sc_14

 img_13_sc_14

 img_15_sc_14


Qualche prova sul tocco di legno.

img_16_sc_14

 img_17_sc_14


Non avevo mai affilato uno scalpello, avevo ricordi del vecchio falegname del paese, ogni tanto tirava fuori un pezzo di pietra dal cassetto, uno sputacchione per inumidire e via una bella strofinata.

Ci vuole un po’ di pazienza e manualità, la guida aiuta molto, ma come avete visto, con un piccolo investimento, si ottengono in tempi accettabili ottimi risultati.
Quello che ho notato è che le pietre, a differenza della carta abrasiva, lavorano molto meglio. Penso sia necessario dotarmi di una pietra con grana intorno a 1000.

Sulla base dell’esperienza fatta e delle mie esigenze, in caso di affilatura di scalpelli nuovi, ritengo sufficienti i seguenti passaggi:
    pietra/carta grana 320/400
    pietra/carta  grana 1000
    pietra grana 4000
    lucidatura finale

Credo concluso questo tutorial, aspettiamo comunque le osservazioni di John.

Ringrazio per l’attenzione e naturalmente rimango a disposizione per tutti quelli che ritengono necessari approfondimenti al tema.

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Mar 19 Feb, 2019 00:22 #37
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Mi sembra che anche qui hai fatto veramente un ottimo lavoro, caro collega. Le scheggiature sembrano completamente spariti. Di solito se rimangono, quando fai un taglio traversovena, lasciano delle scie, che non vedo nella foto di prova. Sono più difficile da notare lungovena.

Vedo che hai avuto qualche problema nella partenza del taglio (traversovena) ma poi alla fine sei riuscito a creare un truciolo abbastanza fine. Bravo.

Non posso che essere completamente in accordo con le tue osservazioni finali. Posso solo aggiungere che (almeno per me) le pietre diamantate lavorano ancora più velocemente delle pietre naturale, ad olio o ad acqua, e in più non hanno bisogno di essere spianati ogni tanto in tanto. L'unico neo è che sono ancora più costosi - quindi vale la pena solo se prevedi tanti (ma proprio tanti) affilature nel tuo futuro.

Oppura fai come Amedeo è prendi in prestito le mie quando devi riaffilare un paio (o cinque) scalpelli.      

robiwiller ha scritto: 

Un buon Maestro, riesce sempre a rendere migliore il proprio allievo, grazie ancora John.

Colgo la tua sfida come un’opportunità da non lasciarsi sfuggire. Prontissimo, quando iniziamo?


Spero che prima o poi trovi un buon maestro!    
Ho già visto la tua tenacia, adesso stai dimostrando anche la tua resilienza!

Allora proseguiamo. Domani preparerò qualcosa sulla falsa riga del vecchio (ma ancora buona) corso degli incastri - che per il momento ti lascio studiare come compito di casa.

Dato la differenza in tema del 'apprendistato' chiudiamo qui questo primo fase, e domani aprirò un altro thread in questo forum.

Per chiunque altro che ci ha seguito fin qui, (bravi) - non esistare a porre domande per l'affilaturura sia a me, oppura anche al mio egregio e stimato collega Roberto, appena promosso 'affilatore di prima classa'!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 

Vai a Precedente  1, 2, 3

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo