AFFILARE GLI SCALPELLI

Da jhl-verona, 25 Gen 2019.

Risposte 36, Visite 4162

Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Lun 28 Gen, 2019 09:12 #16
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 149

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Buon lunedì a tutti.

John grazie per le prime indicazioni. Tutto molto chiaro. Credo di aver capito come procedere sul dorso. Appena ho un attimo provo sullo scalpello piccolo (16 mm).

Ho notato che lo scalpello più largo (32 mm) ha un'ammaccatura dalla parte del dorso vicino alla linea di taglio (vedi schizzo).

schizzo_01

In questo caso come si procede? E' necessario limare la punta a 90° fino ad eliminare la zona ammaccata?

 schizzo_02

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Lun 28 Gen, 2019 09:33 #17
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Meglio proseguire con il scalpello da 16mm. Per il 32mm prevedo un gran bel lavoro. Dopo che hai levigato il dorso sarai in grado di capire quanto materiale devi rimuovere. Se e piu di qualche decimo di millimetro una molla sarebbe molto utile. Altrimenti carta da 80 o anche 40 e tanta pazienza.
Come esercizio potrebbe andare bene ma non e detto che tutti gli scalpelli sono ricuperabile.

Se usi la guida non e necessario squadrare prima, ma e una tecnica usato per le sgorbie, e dopo puoi iniziare a mano, senza guida, che sarà più veloce. Quando sei vicino, finisci con la guida.

Fai piccoli lavori di 5-10 minuti alla volta, altrimenti ti annoi e ti stanchi. Bosogna tenere vivo quell'entusiasmo!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Lun 28 Gen, 2019 14:46 #18
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17385

Età: 60

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Interessantissimo.

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Mar 29 Gen, 2019 10:02 #19
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 149

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Buon giorno.

Carissimo John, ciao e buona giornata, prima le cose importanti , ti informo che una delle bottiglie dell’ultima produzione di vino fatto da me, è stata messa da parte con la scritta da bere con John.

Ora possiamo passare al tutorial   .
Ieri sera ho provato a mettere in pratica quanto mi hai consigliato di fare.

Utilizzando una tela con grana 100 e un po’ di olio ho ripreso il lavoro di sgrossatura sul dorso dello scalpello da 16 mm, a me sembra in piano, tempo 5/7 min.


 img_1650

 img_1651

Poi sono passato all’abrasivo con grana 120 con acqua, sempre sul dorso dello scalpello, tempo 5/7 min.

 img_1654

 img_1659

Ed infine, utilizzando la guida, ho sgrossato anche il bisello, sempre con grana 120, tempo 5/7 min.

 img_1655

 img_1656

 img_1658

Che dici è sufficiente, posso passare alla 240?

Con grana 100 ho dato una passata anche allo scalpello da 32 mm, come vedi è molto rovinato, ci sono anche dei micro crateri causati dalla ruggine. Su questo mi sono fermato in attesa di valutare con te se continuare.

 img_1653_32

 img_1652_32

Se ritieni necessario avere più dettaglio delle foto, posso inviartele via WhatsApp/Mail.

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Mar 29 Gen, 2019 13:58 #20
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Wow! I miei complimenti Roberto! Ovviamente il mio opinione potrebbe essere stato influenzato dall offerta di una bottiglia di vino, specialmente se fatto in casa!

Hai fatto veramente un ottimo lavoro sulla 16mm. Direi perfetto. Puoi continuare da qui anche alla lucidatura, passando per le varie grane che hai. Lo scopo adesso è di rimuovere i graffi lasciati dal precedente abrasivo.

Giusto per chiarire; qui stiamo ripristinando uno scalpello, che è o può essere laborioso. Per uno scalpello nuovo, o che ha bisogno di essere riaffilato, non sarà necessario tutto ciò. Probabilmente sarà solo necessario una lucidatura.

Lo scalpello 32mm ha un pò più problemi. Nel ultimo foto che hai mandato (ancora complimenti per la documentazione) se vedono bene questi piccoli bucchi (pitting in inglese) dove il metallo è stato mangiato dal ruggine. Il mio consiglio? Frigatene. Il tagliente non sarà perfetto ma magari dopo che l'hai affilato 50 volte lo diventerà. Non ha senso passare ore e ore per rimuovere 1 o 2 mm di lunghezza. Intanto hai altri bei scalpelli, e questo può essere usato tranquillamente per i lavori di sgrossare qualche unione. Taglierà bene, solo che lascierà qualche striatura per ore.

John

P.S: Visto come Roberto ha fatto le foto? Con un pezzo di carta bianca sul fondo, ma a distanza dalla lama, così si contrasta con la lama, e l'obbiettivo mette a fuoco la lama e non il fondo. (Una considerazione per altri che vogliono pubblicare foto dei loro risultati)

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 17:58 #21
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 149

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Buona sera.

Documento il passaggio con grana 240

 img_1662

 img_1663

 img_1660

 img_1661

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 21:14 #22
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Dalle foto pare che tutto prosegue bene. A questo punto dovresti iniziare a sentire la bavatura creato al tagliente - il lato apposto a quello levigato sembrerà un pò ruvida.

Hai ancora la grana 320 e 1000 come carta, poi ci sono le pietre. Probabilmente la pietra ad acqua sarà inferiore alla pietra belga.

Di solito porto uno scalpello almeno alla grana 1000. A questo punto posso considerarlo pronto per l'uso generale. Se invece ho qualche lavoro di fino, si può andare oltre, usando pietre più fine, oppura la pasta abrasiva.

Direi che per ora, puoi portare entrambi gli scalpelli a 1000 (consideralo un esercizio Zen   ). Per il 32mm non ha senso andare oltre ancora, per motivi di quei piccoli bucchi causata dalla ruggine. Il 16mm invece puoi andare avanti per vedere dove si può arrivare, tanto è tutta una buona esperienza per quando affili i tuoi scalpelli 'buoni'.

A questo punto dobbiamo 'definire' cos'è uno scalpello affilato. Penso che possiamo dire che è affilato quando taglia bene il legno (prima ho usato l'unghia o una penna di plastica, ma poi mi sono accorto che è solo sul legno che si capisce bene). Quindi procuri un pezzo di legno morbido, tipo abete, e in questi giorni farò una foto o tre di come i miei tagliano l'abete. Perchè non un legno duro? Prima perchè ci vuole un angolo più elevato, tipo 30° o 35°, ma soprattutto perchè il legno morbido, essendo meno denso, richiede un tocco più delicato, altrimenti le fibre si separano o si strappano.

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da ZiotoreSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 21:18 #23
 
avatar

Registrato: Gennaio 2017

Messaggi: 88

Età: 49

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Complimenti per il lavoro.
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa John riguardo  all'angolo di affilatura.
Io uso gli Mhg e Narex che arrivano con un angolo leggermente superiore a 25 gradi.
Li sto portando tutti a mano a mano a 30 gradi o anche qualcosa in più e non trovo grandi differenze.
Ho letto recentemente un articolo molto interessante di Paul Sellers riguardo a questo.Ho avuto un pò di difficoltà a tradurlo,ma credo che sostenga che la qualità dell'affilatura faccia la differenza e non si preoccupi tanto dell'angolo.
La scelta di aumentare l'angolo è perchè lavoro soprattutto con legni duri e vorrei avere un bisello più resistente.

buona serata
 
Da ZiotoreSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 21:23 #24
 
avatar

Registrato: Gennaio 2017

Messaggi: 88

Età: 49

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Abbiamo postato quasi contemporaneamente
 
Da robiwillerSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 23:37 #25
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 149

Età: 60

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Ciao John,

si, dopo la rettifica del bisello ho notato la bavatura, esagerando come nello schizzo che segue

schizzo_03

e al contrario quando rettifichi il dorso.

Stasera ho dato una passata con grana 320, metto qualche foto, il tagliente già taglia da starci attento quando ci passi il dito sopra

 img_1666

 img_1667

 img_1668

 img_1669

 img_1670

Con il 32 mm per ora mi sono fermato alla grana 100.

Procedo come da indicazioni

Buona serata

____________
Saluti
Roberto

"Sono nato nelle praterie, dove il vento soffia libero e non c'è nulla che ferma la luce del sole. Sono nato dove non c'erano costrizioni".
Geronimo

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 23:38 #26
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Ziotore ha scritto: 
Complimenti per il lavoro.
Mi piacerebbe sapere cosa ne pensa John riguardo  all'angolo di affilatura.
Io uso gli Mhg e Narex che arrivano con un angolo leggermente superiore a 25 gradi.
Li sto portando tutti a mano a mano a 30 gradi o anche qualcosa in più e non trovo grandi differenze.

Grazie, ma è Roberto che sta faccendo il lavoro, io dirigo e basta!  
L'angolo di uno scalpello è abbastanza limitato, per motivi diverse di una lama di una pialla. Possono variare dai 25° ai 35° più o meno. Meno di 25° e sconsigliabile perchè rimane troppo poco metallo dietro il tagliente, quindi si smussa in fretta. Oltre 35° il tagliente crea troppo resistenza contro il truciolo. Almeno nella mia esperienza.

Ziotore ha scritto: 
Ho letto recentemente un articolo molto interessante di Paul Sellers riguardo a questo.Ho avuto un pò di difficoltà a tradurlo,ma credo che sostenga che la qualità dell'affilatura faccia la differenza e non si preoccupi tanto dell'angolo.
La scelta di aumentare l'angolo è perchè lavoro soprattutto con legni duri e vorrei avere un bisello più resistente.

Sellers affila a mano, quindi l'angolo non è precisa, nel senso che ad ogni affilatura cambierà un pocchino. Senz'altro uno scalpello ben affilato con qualsiasi angolo va meglio che uno con un angolo 'magico' ma smussato. Concordo con la tua scelta. Con legni duri un angolo maggiore dura un pocchino di più. Sempre nella mia esperienza, s'intende.

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Gio 31 Gen, 2019 23:58 #27
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Bravo Roberto. Meno male che c'è qualcuno qui che lavora! Man mano che procedi, capirai meglio quando cambiare grana perchè non vedrai più i solchi più profondi del precedente abrasivo. Puoi concentrarti solo sugli ultimi paio di millimetri, solchi più indietro di così dal tagliente non influiscono il taglio, nella mia esperienza. Quindi puoi procedere più velocemente.

Adesso da grana 320 puoi passare a 1000 senza problemi. Più alto il numero della grana, più alto può essere il salto. Per capire la grana della pietra ad acqua, affila il 32mm fino a grana 320, poi con la pietra e vedi se la pietra lascia solchi più o meno fine di com'è il 16mm adesso. Dovrebbe. Poi affila il 16mm con la carta e ricontrolla. Non è esattamente scientifico, ma almeno avrai un idea della grana. Dubito che la pietra è oltre 1000, potrebbe essere intorno ai 400, ma non scometterei soldi!

Dopo 1000 puoi passare alla pietra belga di grana 4000 per il 16mm. Per finire in bellezza puoi anche provare la pasta abrasiva, che dovrebbe superare 4000 di grana. A questi livelli di grana dovrebbe bastare pochi passi - dai 5 ai 10 per prendere un buon risultato.

Chiaramente, quando devi riaffilare il tagliente, probabilmente puoi iniziare già da 1000, o al peggio da grana 320. E' sempre meglio riaffilare spesso ma rapidamente che usare troppo a lungo un tagliente smussato che lavora male e che poi avrà bisogno di molto più tempo di riaffilatura. IMHO.

Domani proverò a postare qualche foto per dimostrare uno scalpello affilato in uso.

Avanti così!

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Feb, 2019 07:22 #28
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 15168

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Per me un angolo di taglio è buono quando taglia bene. Non mi sono mai posto il problema dei 25° o 30°  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Feb, 2019 10:15 #29
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6344

Età: 60

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Sono riuscito a scattare qualche foto dei classici lavori con uno scalpello. Certi sono adiritura a fuoco, yeah! L'idea è semplicemente di permettere di fare un paragone dei tuoi lavori con uno scalpello ben affilato. Non pretendo di essere un maestro, ma voglio condividere il piacere di lavorare con un attrezzo davvero utile - anche per chi usa attrezzi con la coda...  

Per pezzi molto piccoli, fare uno smusso può essere difficile anche con uno block. In questi foto sto usando uno scalpello da 12mm su un pezzo di abete 40mm x 20mm circa.

20190201_091759

Lo smusso va tagliato a fette. Ovviamente ogni fetta va completato - in questa foto volevo solo dimostrare che avevo fatto tre passi. Va tagliato ad angolo per non strappare le fibre, ma lasciando sufficiente dorso sul legno per fare la registrazione.

20190201_091921

La fetta finale va tagliato molto fine per lasciare uno superfice molto liscio.


Un altro esempio è quando abbiamo tagliato il pezzo un pelo troppo lungo, o magari per aggiustare la spalla di un tenone.

20190201_092057

Anche qui si può fare un taglio molto fine. Iniziare è difficile perchè manca il registro. Bisogna tenere lo scalpello molto vicino al tagliente, ed eventualmente oscillare la lama un pochino sinistra e destra per iniziare bene.

20190201_092205

Classico posizione della mano guida (per un mancino). L'indice funziona da registro, il pollice applica un pò di pressione, e spinge avanti. L'altra mano applica la forza - ma non tanto. Se la lama scappa probabilmente stai applicando troppa forza, o lo scalpello ha bisogno di essere affilato.

20190201_092250

Il risultato alla fine del primo passo. La lama ha strappato le fibre di qui e di la, ma non saltava perchè era ben affilato. Probabilmente andavo controvenatura (anche tagliando di traverso può succedere). Ho girato il pezzo e riprovato.

20190201_092434

Va un pocchino meglio. Il taglio è un pò più liscio. Lo scalpello lavoro a dovere, ogni altro errore è dovuto a chi stava dietro lo scalpello!

HTH

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da ZiotoreSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Feb, 2019 11:12 #30
 
avatar

Registrato: Gennaio 2017

Messaggi: 88

Età: 49

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Grazie ragazzi.
Continuo a seguire con piacere gli sviluppi.
 

Vai a Precedente  1, 2, 3  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo