AFFILARE LE LAME DELLE PIALLE

Da lapin, 01 Nov 2014.

Risposte 152, Visite 31362

Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Dom 01 Mar, 2015 14:41 #121
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6316

Età: 59

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Va benissimo. Io ho fatto dei ferma lame di circa 55mm, un pò meno della lama più larga che ho. Per gli scalpelli puoi fare più corto ancora, secondo me, se non hai un scalpello di 60mm ovviamante.

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Dom 01 Mar, 2015 14:55 #122
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

No, li ho fatti tutti di 60 mm e penso che li lascerò così. Non si sa mai.

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Lun 02 Mar, 2015 18:59 #123
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6316

Età: 59

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Saverio ha fatto una domanda interessante sui angoli del bisello. Cercherò di fornire una risposta qui, tanto anche la scelta del angolo fa parte dell affilatura.

Angoli, tipi di trucioli e truchi.
Combinando le lame bevel up e bevel down, possiamo creare un angolo di taglio dai 35° circa ad oltre 60°. Oltre 70° circa è l'azione diventa raschiante, come una rasiera affilata ma senza bavatura. L'angolo basso è perfetto per piallare di testa, mentre un angolo più alto da migliore risultati su legni duri o con fibre interlacciate o che cambiano direzione, intorno ad un nodo per esempio. Adesso cerchiamo di capire perchè è così.

angles


Partiamo con un pò di angoli. In questo disegno sono illustrati tre angoli. L'angolo A rapresenta l'angolo fra il dorso e bisello - quello che produciamo affilando la lama. L'angolo B è l'angolo di taglio, pitch angle in inglese, cioè l'angolo della lama presentato al legno. Infine l'angolo C è l'angolo di spoglio, o clearance angle in inglese.

Nel caso di una lama bevel down, l'angolo di taglio è determinato dal angolo di seduta (del frog) di solito 45°, mentre per una lama bevel up è la somma dell'angolo di seduta e l'angolo di affilatura.

Dato che nessun tagliente è perfetto, durante la piallatura il legno direttamente di fronte al tagliente viene compressa, poi tagliato dalla lama. Una parte esce come truciolo, ma il rimanente parte sul tavolo lavorato si dicomprime per tornare alla sua forma originale. Se non c'è sufficiente angolo di spoglio il legno ritornando alla sua forma spinge la lama in su, fino al punto che non taglia più.

Quindi anche se teoreticamente possibile fare un angolo di affilatura di 45°, questo non funzionerà. Nei miei esperimenti ho visto che anche 40° possa essere problematico, quindi preferisco stare intorno ai 35°. Nelle pialle bevel up, l'angolo di spoglio è determinato dall'angolo di seduta, di solito 20° o 12°. Dato che sono metallica, perchè fermarsi a 12°, e non 10° o 8° per esempio? Credo che sia per non creare un'angolo di spoglio troppo basso. Io ho scelto 33° per le lame bevel up semplicemente perchè è il risultato della sottrazione di 12° ai 45° dell'angolo di taglio.

Per cambiare l'angolo di taglio per le pialle bevel up, basta cambiare l'angolo di affilatura. I varie Block, Jack, Jointer e Smoother bevel up vengono forniti con lame di 25°, 38° e 50° di solito, ma si può scegliere altre angole.

Per cambiare l'angolo di taglio per le pialle bevel down, bisogna cambiare l'angolo di seduta - la Lie Nielsen fornisce frog con angoli diverse a 45°, oppura aggiungere un bisello sul dorso della lama di pochi gradi, 5°, 10° o 15° - detto back bevel in inglese. Qui un vantaggio del back bevel è che il dorso non deve essere necessariamente perfetta. Se hai una lama con dorso messo male puoi sempre usarla per questo scopo.

Questo discorso ci porta a capire perchè un'angolo più alto da migliore risultati. Nel suo libro Understanding Wood R. Bruce Hoadley definisce dei tipi di truciolo.

Ad angoli bassi vengono prodotti trucioli di tipo I - compressa di un lato e elungato dal altro, fino anche a spezzarsi. Sono il classico 'ricciolo' che sono anche difficile da appattire. Durante la piallatura il tagliente taglia, ma poi successivamente strappa il legno, con azione 'a cuneo' e poi di nuovo riprende a tagliare. Dato che i strappi non sono controllati, possono portare via più legno di quanto desiderato, lasciando una superfice ruvida.

Per lavori di sgrossatura questo non è un problema, ma per evitare questo tipo di risultato nella finitura si tenta di piallare un truciolo più sottile, in modo di attenuare questa tendenza.

Aumentando l'angolo cambia il truciolo in uno di tipo II. Qui l'aumento di compressione, dovuto all'angolo elevato, fa in modo che la forza viene distribuito su tutto lo spessore, evitando strappi e quindi producendo un taglio più pulito, al costo di dover aumentare la forza richiesta nella piallatura. Sono trucioli quasi piatte, o leggermente ondulati, e per motivi della compressione, rimangono molto più corti del legno originale, anche del 15-20%.

Infine un piccolo trucco - per i Block soprattutto su legno di testa, è possibile abbasare l'angolo di taglio semplicemente piallando con il corpo della pialla ad angolo (skewing in inglese). Piallando a 45° della direzione del legno può ridurre l'angolo di taglio anche del 33%. Utile quando devi piallare un pezzo nodoso, o con fibre poco legate.

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mar, 2015 07:05 #124
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Ieri sera ho trovato il tempo per sistemare alcuni fermi sulla dima. li ho fatto per le tre lame in dotazione della Low angle jack, ovverossia 50°, 38° e 25°. Devo dire che il metodo John funziona, specialmente quello dell'incollaggio rapido. Io comunque ho usato Vinavil della Huh a presa rapida per non correre rischi.

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mar, 2015 19:05 #125
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Ed ecco la prova del lavoro: quattro riscontri a 50°, 38°, 30° e 25°.
Come vedi ho lasciato la base molto larga per poter mettere dei riscontri anche dall'altra parte.

 img_2605

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mar, 2015 19:31 #126
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17317

Età: 59

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Diligente l'allievo !

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mar, 2015 19:35 #127
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

amedeo ha scritto: 
Diligente l'allievo !


Spero che il Prof mi promuova a fine anno  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mar, 2015 23:48 #128
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6316

Età: 59

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

lapin ha scritto: 
amedeo ha scritto: 
Diligente l'allievo !


Spero che il Prof mi promuova a fine anno  

Hmmm. Vedremo...  

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 04 Mar, 2015 19:20 #129
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

jhl-verona ha scritto: 
lapin ha scritto: 
amedeo ha scritto: 
Diligente l'allievo !


Spero che il Prof mi promuova a fine anno  

Hmmm. Vedremo...  

John


Ah si? E allora tiè...  

    img_2606

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Lun 09 Mar, 2015 14:40 #130
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6316

Età: 59

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

lapin ha scritto: 
jhl-verona ha scritto: 
lapin ha scritto: 
amedeo ha scritto: 
Diligente l'allievo !


Spero che il Prof mi promuova a fine anno  

Hmmm. Vedremo...  

John


Ah si? E allora tiè...  

    img_2606


Troooopo sofisticato! Questa volta meriti un bel 8 - bravo!

Dopo solo una settimana 'veneta' il video sulle vastringhe è finalmante pronto! Vedi Mr. Junior che la pazienza venga premiata!  

John

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Lun 09 Mar, 2015 18:57 #131
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Troppo sofisticato? Allora non hai ancora visto niente...  

 img_2616

 img_2617

Già che c'ero, avendo impostato la misura anche per gli scalpelli ne ho approfittato per affilarli. Metodo Mr Senior for sure  

 img_2618

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da ColomboSesso: Uomo Inviato: Lun 23 Mar, 2015 18:33 #132
 
avatar

Registrato: Marzo 2015

Messaggi: 14

Età: 50

Regione: Umbria

Provincia: Perugia (PG)

Ciao a tutti.
Scrivo qua allegando qualche foto delle mie tre pietre diamantate acquistate qualche mese fa su Amazon.com. Paul Sellers le consigliava spassionatamente e lui stesso le utilizza sistematicamente nei suoi progetti. Sono della EZE LAP così strutturate:

pietra coarse (250 grit)
pietra fine (600 grit)
pietra superfine (1200 grit)

Non avendo ancora avuto modo di fare l'apposito sostegno per adesso le ho sistemate su un lato del mio banco di lavoro poggiate su un tappetino antiscivolo.
Vicino potete notare anche un pezzo di multistrato con sopra incollata una striscia di cuoio. La utilizzo dopo le tre pietre per rendere il tagliente ancora più affilato. La pasta che applico sopra è della Veritas ed acquistata da axminster. L'altro blocco di legno di abete è stato sagomato sulla forma di una sgorbia grande marca HIRSH da 37 che uso per fare mestoli con sempre incollata sopra una striscia di cuoio.
Mi sono deciso ad acquistarle dopo tante affilature effettuate con il sistema scary sharp. Ero un po' stanco di attaccare la carta abrasiva ed il procedimento era abbastanza lungo. Inoltre volevo staccarmi dalla guida Stanley e provare l'ebbrezza dell'affilatura a mano libera.
Devo dire che con le pietre diamantate è tutta un'altra storia. Dapprima spruzzo sulla pietra un po' di normale detergente per vetri quindi comincio a passare la lama da affilare prima sulla pietra 250 quindi sulla 600 e per finire sulla 1200. Si ottiene già una bellissimo tagliente. Per finire metto della pasta sul cuoio e passo la lama con movimento a levare.
Purtroppo devo fare ancora molta pratica, il tagliente mi viene un po' storto e l'angolo di affilatura spesso non è corretto. Fortunatamente il procedimento è talmente veloce ed efficace che le lame risultano comunque veramente affilate e riprendere il tagliente non mi risulta difficile.
Sono quindi estremamente soddisfatto dopo qualche mese di prove. Le pietre rimangono belle piatte e la barretta della pasta Veritas dura veramente a lungo (poi tutto dipende ovviamente da quante affilature una persona deve fare).
Ciao
Giorgio
 img_0005_1427131857_270108
 img_0007_1427131878_922795
 img_0009_1427131897_180769
 img_0011_1427131914_270669

Ultima modifica di Colombo il Lun 23 Mar, 2015 18:35, modificato 1 volta in totale

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Lun 23 Mar, 2015 18:44 #133
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 14743

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Che guida è quella che si vede in foto?

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da ColomboSesso: Uomo Inviato: Lun 23 Mar, 2015 20:25 #134
 
avatar

Registrato: Marzo 2015

Messaggi: 14

Età: 50

Regione: Umbria

Provincia: Perugia (PG)

Ciao Giuseppe,

è una guida Stanley che era in un set che comprendeva anche una pietra a due grane (veramente scadente) e l'olio che si vede in foto nel piccolo dosatore in plastica.
La guida invece è molto buona sia per i ferri pialla che per gli scalpelli, io almeno mi ci trovo bene.

Ciao
Giorgio
 
Da fabrizio979Sesso: Uomo Inviato: Lun 23 Mar, 2015 20:39 #135
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Agosto 2011

Messaggi: 5281

Età: 40

Residenza: italia.png catania

Regione: Sicilia

Provincia: Catania (CT)

Si è vero, la guida è ottima, ricordo che la usa(va) Simone con ottimi risultati, e tiene i ferri in squadra. Un'ottima alternativa alla eclipse

____________
Ciao, Fabrizio

 

Vai a Precedente  1, 2, 3 ... 8, 9, 10, 11  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo