Restauro Sega

Da gwood, 22 Set 2014.

Risposte 45, Visite 7508

Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da gwoodSesso: Uomo Inviato: Lun 22 Set, 2014 22:56 #1
 
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 1246

Età: 47

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

img_4103
 img_4108
 img_4110


vorrei far ritornare al vecchio splendore questa sega, non mi va piu' di vederla messa li in un angolo
inutilizzata, oltre che togliere la ruggine sarebbe da riaffilare, ho la lima a triangolo che si vede in foto
la quale dovrebbe essere idinea allo scopo.
Ha otto denti per pollice e la lama e' lunga 35cm
cerco un esperto che mi aiuterebbe....
 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Lun 22 Set, 2014 23:57 #2
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Ne sto restaurando qualcuna in questo periodo. Oggi ero dietro a due disston che non sono risucito a finire, magari domani.



Allora, per prima cosa togli le viti dal manico e togli la lama dal manico. Carteggi la lama a mano con carte crescenti: io parto dalla 150 per non essere troppo aggressivo, ma guru americani partono dall'80, quindi vedi te.
Dopo che hai ripulito la lama ti occupi del manico: una bella carteggiata a grane crescenti, fermandoti verso la classica 220, dando poi la finitura che preferisci. Molti adorano l'olio di lino cotto, alcuni preferiscono lasciare il legno al naturale; a me piace dare 2 mani di gommalacca al 20% e due mani di cera.



Intanto dai una bella ripulita al tutto, poi per l'affilatura vediamo a sega tirata a lucido.
 
Da gwoodSesso: Uomo Inviato: Mar 23 Set, 2014 20:22 #3
 
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 1246

Età: 47

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

grazie grimgor, mi fa' piacere che mi aiuti,
ora procedo a fare le cose che mi hai indicato poi metto le foto.
nel frattempo ti chiedo se dal numero di denti puoi dirmi se e' cross o rip
 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 02:03 #4
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

8 ppi è una misura piuttosto classica per le seghe cross piuttosto aggressive per legni teneri. Diciamo che è la sega ideale per fare qualche taglio grezzo per portare a lunghezza una tavola. Vista anche la lunghezza direi che è l'ideale per questo scopo.


Da un punto di vista prettamente teorico, rip o cross dipende dall'affilatura. Puoi prendere una sega rip e portarla a cross o viceversa (l'ho fatto un paio di volte). Non esiste nessun parametro che indichi che una sega è fatta solo per essere usata cross o rip, dipende da quello che ci vuoi fare. Puoi affilare una sega da 28" a 4 tpi cross cut, così come puoi affilare una panel saw 22" a 15 tpi rip.
Ovviamente dalla lunghezza e dal numero di denti si può capire senza troppi ragionamenti se una sega è "più portata" per essere affilata per il lungovena o per il traversovena, ma ciò non vuol dire che la cosa sia fissa e imprescindibile.

Quindi alla fine, secondo me, ti conviene affilarla nella maniera che ti torna più comodo.
 
Da vittoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 08:36 #5
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2009

Messaggi: 1902

Età: 69

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Happy Birthday

ciao Giancarlo,
ho anch'io una vecchio segaccio simile al quale ho tolto tutti i denti, pulito e raddrizzato  e volevo appunto farlo "nuovo" con la dentatura cross cut poi sono sopraggiunte altre cose ed è rimasto in attesa di tempi migliori, magari con la tua esperienza e i consigli di grimgor riesco a riprenderlo.

Resto in attesa di sviluppi
ciao vittorio
 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 08:58 #6
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17135

Età: 59

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Oddio, mi crolla una delle poche certezze.
E come cambia la affilatura tra i due tipi?

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 12:40 #7
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

amedeo ha scritto: 
Oddio, mi crolla una delle poche certezze.
E come cambia la affilatura tra i due tipi?



Scusami ma non ho capito la domanda.
 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 13:02 #8
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17135

Età: 59

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

grimgor ha scritto: 
amedeo ha scritto: 
Oddio, mi crolla una delle poche certezze.
E come cambia la affilatura tra i due tipi?



Scusami ma non ho capito la domanda.


Tu spiegavi che al di là del tpi (quasi) ogni sega può essere affilata rip o cross.
La mia domanda è come si affila per l'uno o l'altro uso.  

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Set, 2014 16:44 #9
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Beh, il tutto si riduce all'angolo con cui imposti la lima durante l'azione di affilatura. Se tieni l'asse della lima perpendicolare al piatto della sega ottieni fleam 0, che è il taglio rip per eccellenza, quando inizi a spostarti il fleam inizia a cambiare fino al punto da rendere il taglio prevalentemente cross fino ad un'azione praticamente a coltello.
Nella pratica non è facile definire quando inizia un taglio cross e quando si è sempre nel taglio rip. Un pò di fleam, fino a 7-8° donano al taglio lungovena una maggiore fluidità e uno scarico del truciolo un pò più facile. Tuttavia se si eccede nel fleam il taglio inizia a essere più lento e difficoltoso perchè il taglio è diventato a prevalenza cross e quindi lungovena si fa fatica.



Penso che l'argomento dell'affilatura delle seghe sia stato già ben documentato in altri post. Magari qualcuno può linkare qui qualcosa, dato che io non trovo niente...
 
Da gwoodSesso: Uomo Inviato: Sab 27 Set, 2014 21:01 #10
 
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 1246

Età: 47

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

img_4119

ho separato il manico dalla lama che erano assemblati con due rivetti che ho dovuto forare e togliere,
ho carteggiato al lama, speravo di trovare qualche scritta invece nulla.
Carteggiato anche il manico con la 180...
 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Lun 06 Ott, 2014 22:51 #11
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Allora , vediamo di continuare con il lavoro, pelandrone!   



A questo punto devi dare la finitura che preferisci al manico carteggiato. Puoi andare di olio di lino cotto, gommalacca, gommalacca seguita da cera, grasso, olio danese etc. Alla fine la finitura è una cosa molto personale. Io mi trovo bene con gl al 20 e cera, anche perchè è facilmente sostituibile con altre finiture.
Un consiglio: dato che hai il manico carteggiato puoi adattarlo al meglio alla tua mano. Con una lima bastarda o una raspa molto fine lavori il manico dove necessiti fino a farlo adattare alla tua mano che utlizzi. Bastano pochi colpi dati bene per far cambiare il benessere dell'impugnatura di moltissimo.



Dopo che hai fato la finitura è il momento di rimontare la lama. Se hai dovuto togliere i rivetti devi sostituire le viti, possibilmente con delle viti a cannocchiale in ottone o comunque viti di qualità.
Riassemblato a dovere il tutto è il momento di dedicarsi all'affilatura.



Ps: se vuoi la lama più lucida e pulita puoi insistere con la cartavetra 150 per poi passare a grit più elevati. Io in genere faccio 150-500 e 1200.
 
Da gwoodSesso: Uomo Inviato: Mar 07 Ott, 2014 18:50 #12
 
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 1246

Età: 47

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

ok grimgor, ora procedo con gl e cera quelle gia' pronte per intenderci, poi parto alla caccia delli viti adatte.
Quella di modificare l'impugnatura e' una bella dritta non ci avevo pensato...
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mar 07 Ott, 2014 19:30 #13
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 13529

Età: 63

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Giancarlo, ricordati che io e Amedeo stiamo ancora aspettando di vedere il tuo banco  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da vittoSesso: Uomo Inviato: Mar 07 Ott, 2014 20:19 #14
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2009

Messaggi: 1902

Età: 69

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Happy Birthday

lapin ha scritto: 
Giancarlo, ricordati che io e Amedeo stiamo ancora aspettando di vedere il tuo banco  


Perchè gli altri non sono in attesa dell'evento?  
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 08 Ott, 2014 11:26 #15
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 13529

Età: 63

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

vitto ha scritto: 
lapin ha scritto: 
Giancarlo, ricordati che io e Amedeo stiamo ancora aspettando di vedere il tuo banco  


Perchè gli altri non sono in attesa dell'evento?  


Si, ma noi lo vediamo dal vivo  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 

Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo