Compassi e misuratori di spessore

Da Guido512, 10 Gen 2010.

Risposte 6, Visite 2879

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da Guido512Sesso: Uomo Inviato: Dom 10 Gen, 2010 18:07 #1
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2823

Età: 77

Residenza: italia.png Torino inverno primavere in giro per il mondo Rubiana Estate

Regione: Piemonte

Provincia: Torino (TO)

Se avete il tornio dovete avere un compasso per fare i cerchi e qualcuno per misurare gli spessori.
Si possono comperare in vari posti a circa 25-50 € l' uno oppure farseli a costo 0.
 4compassi_1263143080_209051
Per disegnare cerchi si cerca un pezzo di profilato in alluminio, si mette uno spillo come perno.
Una matita possibilmente Ikea dal' altro lato e con il galletto si regola il diametro.
La lunghezza della barra deve essere un pò superiore al altezza punte del tornio.
compasso3r

 compasso4

Per misurare gli spessori serve una lastra di alluminio da 3 mm e un seghetto alternativo.
Disegnate la sagoma di un lato del compasso, tagliate lungo la linea esterna,
 compasso1r
attaccate insieme con del nastro adesivo, fate il foro per la vite, (Giusto senza gioco)
Mettete la vite e ritagliate l' interno della sagoma, con una lima togliete la bava e lisciate.
Le 2 parti in questo modo sono identiche e si risparmia materiale.
Prima di usarlo controllate che le 2 punte tocchino contemporaneamente, altrimenti
mettete un pezzetto di carta vetro dove tocca prima e consumate la parte in eccesso.
Quando siete soddisfatti inserite un lato a pinzare la vostra ciotola, nel altro lato un calibro.
Controllate in più punti, e sui punti spessi fate un segno a matita.
fate girare un po il tornio e togliete un po di legno nei punti segnati,
 stabilite una tolleranza massima tra il punto più sottile e il più spesso e lo dite sul forum.
Io aspetto di vedere le misure pubblicate prima di criticare.
Note un lato è rastremato in modo di passare dentro le griffe del mandrino per misurare
 lo spessore del fondo della presa in modo di evitare di bucarla.

Quando fate un piatto o una ciotola di misure diverse vi rifarete il compasso, perché quello di prima non va bene.
Dopo fatti alcuni dovreste coprire tutte le misure che potete fare con il vostro tornio.

Ciauuuuu Guido

Ultima modifica di Guido512 il Dom 10 Gen, 2010 18:30, modificato 1 volta in totale

 
Da littlelionSesso: Uomo Inviato: Dom 10 Gen, 2010 18:18 #2
 
avatar
HomePage

Registrato: Ottobre 2009

Messaggi: 980

Età: 38

Residenza: italia.png Modena

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Modena (MO)

credo sia meglio approfondire.... grazie
 
Da striuSesso: Uomo Inviato: Dom 10 Gen, 2010 18:29 #3
 
avatar

Registrato: Aprile 2008

Messaggi: 2504

Età: 46

Residenza: italia.png Specchia (LE)

Regione: Puglia

Provincia: Lecce (LE)

Happy Birthday

e si penso proprio di si...oltre a quelli descritti da te parlaci degli altri strumenti di misura usati per il tornio....
 
Da Guido512Sesso: Uomo Inviato: Dom 10 Gen, 2010 19:35 #4
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2823

Età: 77

Residenza: italia.png Torino inverno primavere in giro per il mondo Rubiana Estate

Regione: Piemonte

Provincia: Torino (TO)

striu ha scritto: 
e si penso proprio di si...oltre a quelli descritti da te parlaci degli altri strumenti di misura usati per il tornio....

Nelle foto precedenti ci sono differenze, di compassi ne ho fatti 2 per tipo simili e uno l' ho regalato.
di altri attrezzi ne ho fatti almeno un centinaio, dovete fare domande mirate.
Guido

Ultima modifica di Guido512 il Dom 10 Gen, 2010 19:38, modificato 1 volta in totale

 
Da Alessandro ERPISesso: Uomo Inviato: Dom 10 Gen, 2010 20:56 #5
 
avatar

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1184

Età: 47

Residenza: italia.png Albinia

Regione: Toscana

Provincia: Grosseto (GR)

Perche la matita deve essere Ikea?
Io non ce l'ho.......
Scherzo,interessante.
Io il compassone me lo sono fatto "classico" di legno,chiodino come punta e matita ( una qualsiasi ) fermata con nastro adesivo ( per temperarlo) dall'altro.

Se ci dici qualche attrezzo che hai fatto poi te le facciamo le domande.... una bella lista?

Ciao.

____________
CIAO
: ALESSANDRO

 
Da Guido512Sesso: Uomo Inviato: Sab 30 Gen, 2010 02:43 #6
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2823

Età: 77

Residenza: italia.png Torino inverno primavere in giro per il mondo Rubiana Estate

Regione: Piemonte

Provincia: Torino (TO)

Io cerco sempre di usare materiale di recupero a costo zero.
Le matite IKEA sono quelle che costano meno, inoltre sono già con la punta.
Ne prendi 12 per volta e fai il foro che entrino forzate, quando non hanno più punta le cambi.
Quando le hai usate tutte, ti fai un altro giro al' IKEA e te le riaffili.
Il galletto serve per una rapida regolazione del diametro, a mano.
Piccole variazioni si fanno inclinando la matita, poi si strige il galletto.

Guido
 
Da littlelionSesso: Uomo Inviato: Sab 30 Gen, 2010 09:18 #7
 
avatar
HomePage

Registrato: Ottobre 2009

Messaggi: 980

Età: 38

Residenza: italia.png Modena

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Modena (MO)

se ci leggono quelli dell'ikea ce le iniziano a fare pagare...
 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo