Robertbench..

Da robert, 30 Set 2009.

Risposte 50, Visite 6093

Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da robertSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 19:52 #1
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2477

Età: 36

Residenza: italia.png Caltanissetta

Regione: Sicilia

Provincia: Caltanissetta (CL)

Salve a tutti,
Come potevo non partecipare?
Per questa edizione, vi propongo un classico, ovvero il banco da lavoro, però con qualcosa di diverso.
Dalle mie parti il legno si vende a peso d’oro.  Volevo fare un bel banco di lavoro in faggio oppure in acero. Dopo aver fatto un piccolo progettino mi sono recato dall’unico negozio  di legname presente nella città in cui vivo.  Il faggio presenta un costo di 1500€ al m3 non refilato; inoltre non possedendo macchine per la lavorazione del massello avrei dovuto far segare e piallare le assi nei vari pezzi che mi occorrevano.  Tutto ciò si traduceva in un costo del solo legname prossimo ai 500€. Alla luce di ciò mi son chiesto: ma ne vale veramente la pena spendere tale somma di denaro per un tavolo da lavoro?  O forse è meglio utilizzarla per l’acquisto di una macchina?
La risposta al mio quesito fu semplice, meglio la macchina ( sega a nastro) che il banco. Ma il banco dovevo pur farlo….  quindi ho cercato di utilizzare ciò che avevo e ciò che potevo riciclare.
Di seguito sono indicate le varie fasi di realizzazione, raffigurando prima l’immagine del progetto realizzato con sketchUp e poi la realizzazione vera e propria:
( nb. Per esigenze fotografiche sono state rimosse le protezioni)


PIEDI
 foto0


Ho preso dei morali in abete di recupero ed ho iniziato a pillarli con le Robert plane e con la Stanley n°4:

 foto1

Dopo averli piallati ho segnato le parti relative alla realizzazione delle mortase e dei tenoni:

 foto2

e anche  le parti da togliere per la conformazione della base dei piedi:

 foto3

Procedo con la realizzazione delle mortase dei piedi e per far ciò utilizzo il trapano a colonna e delle punte forstner
 foto4
 foto5
 foto6

Quindi qualche colpo di scalpello per rifinire la mortasa:
 foto7

realizzate tutte le mortase, procedo alla realizzazione dell’ornamento della base dei piedi, per far ciò procedo con l’utilizzo di una sega jap per la realizzazione di una serie di tagli, tutti paralleli tra di loro e che terminano un attimo prima del segno di matita:
 foto8

quindi con un martello togliamo le parti in eccesso:
 foto9
 foto10

si da qualche colpo di scalpello e una passata di cartavetro:
 foto11

Terminato ciò ho realizzato i tenoni utilizzando una  sega jap ( non mi era ancora arrivata la sega a nastro   ) in modo abbastanza semplice. Sempre con il trapano a colonna ho realizzato la mortasa che servirà ad alloggiare il tenone della traversa:
 foto12
Realizzata la mortasa e pulita ho preso il centro di essa ed ho realizzato un foro passate di 10mm che servirà per passare lo spezzone di barra filettata che serve a serrare le traverse laterali con i piedi.
 foto13

Ma ecco  l’inghippo!!  Ho realizzato il foro passante partendo dall’interno della mortasa con l’intento che il foro venisse perfettamente centrato nella mortasa stessa, ma dall’altro lato mi ritrovo un foro di 10mm che mi crea problemi per utilizzare una punta forstner per creare la sede dove alloggiare la rondella e il dado…
Avrei dovuto fare un foro con una punta piccola ( 3-5 mm) quindi utilizzare la forstner ed infine passare la punta da 10mm. Il danno ormai era fatto e lo era per tutti i montanti…  Per risolvere il problema ho preso una spina di faggio da 10mm lo inserita del foro:
 foto14

ho preso il centro , con un punteruolo o fatto “ l’invito” e quindi ho utilizzato la forstner
 foto15

Terminato ciò ho unito i due montanti e le due traverse con colla vinilica e con due cunei in bubinga, dopo aver realizzato due tagli nel tenone per permettere l’ingresso dei cunei stessi, e stretto il tutto con dei morsetti
 foto16
 foto_17




Traverse laterali
 foto_18

Ho preso dei morali da 4,5 x 4,5 cm li ho piallati ed ho realizzato i tenoni e le mortase, cosi come realizzato per i piedi, formando una H rovesciata:
 foto_19


ho assemblato il tutto ed ecco pronta la struttura:
 foto_20



Pianale
Per il pianale ho utilizzato dei tavoloni di abete recuperati dal precedente tavolo, li ho fatti piallare ed in primis ho pensato di utilizzare la giunzione dente- canale con dente riportato.
Ho preso le due assi  ho fresato il canale in entrambi i pezzi , riportato il dente ed incollato il tutto:
 foto_21
 foto_22


Ma ecco sorto un altro problema: l’abete è un legno tenero, pertanto realizzare i fori per i cani  non è proprio il massimo. Con la forza esercitata dalla morsa le fibbre si sarebbero schiacciate e i fori si sarebbero deformati.  Ho pensato quindi di utilizzare dei listelli in legno duro.  Tali listelli sono stati piallati,  sono stati forati con una punta da  19 mm   per realizzare la sede dei cani e  forati dall’altro lato con  una punta da 10mm per realizzare i fori dove andranno ad alloggiare le spine in faggio.
Il listello è stato fissato, all’asse di abete, d’apprima con dei morsetti  poi, utilizzando come guida il foro fatto con il trapano a colonna, ho realizzato il foro nell’asse di abete ad una profondità stabilita.
 foto_23

Realizzati tutti i fori ho introdotto le spine e quindi i listelli:
 foto_24

ecco come si presenta il pianale
 foto_25

A questo punto, guardando attentamente il pianale mi sono chiesto, ma chissà se servirebbe in futuro un’altra fila di fori dove alloggiare i cani se metterò la morsa frontale??
La decisione è stata quella di tagliare le due assi giuntate con il dente canale  e mettere un altro listello con i fori per i cani.
 foto_26

Con l’ausilio di una sega jap ( made lidl) ho rifilato il piano:
 foto_27

Ho quindi realizzado un icastro nei due lati corti ( pur avedo “fatto” tante foto, al momento di inserire la memoria nel pc in molte mi diceva file non riconosciuto, ma nella foto seguente si intravede). Ho incollato il tutto e morsettato:
  36_1254334045_783189


Ho quindi preso delle assi, sempre in abete per fare il “ contorno”. I lati più lunghi sono stati fissati al piano per mezzo delle spine di faggio, allo stesso modo di come sono stati fissati i listelli di legno duro. Mentre i lati più corti sono stati fresati realizzando un canale leggermente più profondo rispetto al dente creato nel piano e fissato per mezzo di tirafondi. La maggiore profondità del canale è dovuta, spero di non aver sbagliato, per permettere il movimento del legno di testa e non fessurare la traversa corta. I fori della trafersa sono stati opportunamente asolati. Ovviamente, anche se il legno utilizzato non è dei migliori,  mi è sembrato doveroso realizzare gli incastri a coda di rondine.
Per il momento ho messo soltanto una morsa. Anche questa provenienti da pezzi riciclati. Andiamo per ordine.
Per il solito problema di “ morbidezza” dell’abete, ho pensato di mettere un pezzo di legno duro anche nella morsa. Il legno che ho utilizzato è un legno che un  amico del forum mi ha regalato tempo fa insieme ad altra legna. Era un pezzo veramente bello che doveva essere destinato alla tornitura, ma che ho conservato per qualcosa di “Importante”. Ho pensato che realizzare la morsa fosse la fine sua, bello, utile e mi rammenta ogni volta che la utilizzo della gentilezza di questa Persona. Il pezzo dovrebbe essere Ipe, esso è stato segato con la nuova sega a nastro e realizzato i due pezzi della morsa. Il vitone è stato prelevato da un cric di automobile mentre le due guide provengono dagli ammortizzatori di un’altra automobile  ( ovviamente non sono sceso in strada a smontare macchine     )
Ecco come si presenta il banco:
 foto_28_1254332818_288588

Per la finitura ho passato tre mani di vernice per parquet.
A questo punto non mi resta di chiudere il sotto. Anche in questo caso, il progetto iniziale è stato realizzato tenendo conto della disponibilità di 5 cassetti che avevo conservato dalla vecchia cucina ( in ottime condizioni e ben fatti da un falegname) quindi realizzate le guide, messi i pannelli laterali in multistrato da 10 mm e realizzate le ante  ecco come si presenta il Robertbench ( ps ovviamente i pomelli sono stati realizzati al tornio)
 foto_29
 foto_30
 foto_31
 foto_32
 foto_33
 foto_34
 foto_35

Scusatemi se il post è troppo lungo    


Saluti

Roberto

____________
Saluti

Roberto


la nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni caduta.

Ultima modifica di robert il Mer 30 Set, 2009 20:07, modificato 1 volta in totale

 
Da striuSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 20:45 #2
 
avatar

Registrato: Aprile 2008

Messaggi: 2504

Età: 45

Residenza: italia.png Specchia (LE)

Regione: Puglia

Provincia: Lecce (LE)

       e che dire m.....ia sign. Tenente.....complimenti

 
Da pinkarSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 20:58 #3
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Ottobre 2008

Messaggi: 339

Età: 68

Residenza: italia.png

Regione: Toscana

Provincia: Firenze (FI)

Acc... Complimenti vivissimi! Lo  trovo veramente bello e pratico.

____________
C a r l o

Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce. (Lao Tse)

 
Da xuserSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 21:26 #4
 
avatar

Registrato: Luglio 2009

Messaggi: 1603

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Trento (TN)

mio nonno era falegname ed in tarda età liutaio. Io posseggo ancora dei mobili bellissimi fatti da lui. Cosa c'entra?
Che non ho mai capito come abbia potuto farli con pochi utensili manuali sul tavolo della cucina... Ora vedendo i lavori di robert e i robertools capisco: serve il manico! altro che squadra-borda-calibra-fa-i-mobili-senza-intervento-umano----trici!
Quando dice con due colpi di scalpello e una cartavetratina....      sembra fatto a controllo numerico!

Un robert-artista col suo materiale, il legno

 
Da LariceSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 21:29 #5
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 505

Età: 51

Residenza: denmark.png San Donato Milanese

Regione: Lombardia

Provincia: Milano (MI)

S T I C A . . . . . . .  
questo và dritto dritto nei preferiti .... bel lavoro
realizzazione notevole.

ci hai preso gusto a vincere .... vero Robert ??????

____________
Robi
"Se non hai mai fatto un errore allora non hai mai fatto niente"

 
Da PirfySesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 21:58 #6
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 6990

Età: 48

Residenza: japan.png Napoli Centro

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

ecchec...caspita...ma fai bene tutto tu?
Ue dico...ma la volgiamo finire? vuoi sbagliare qualcosa?
dire che è bellissimo e dir poco!!!
eheheheh complimenti...il robbanco è incredibile.

____________
Pierfrancesco
emo_62_1271242647_960071
Talvolta la donna è un utile surrogato dell'onanismo. Naturalmente ci vuole un sovrappiù di fantasia. Panda®

 
Da artistaSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 23:22 #7
 
avatar

Registrato: Dicembre 2008

Messaggi: 7789

Età: 49

Residenza: blank.gif ROANA--Magico Altopiano

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Grande lavoro per un grande risultato....................riguardo all'abete ,dalle mie parti i benchi dei falegnami sono sempre stati d'abete ,questo c'era e questo si usava.

 Complimenti Robert.

____________
-----------
Massimo


-----------------------------------------------------------------------------------------------------
La differenza fra genialità e stupidità, è che la prima ha i suoi limiti.

 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 30 Set, 2009 23:24 #8
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 16985

Età: 58

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

striu ha scritto: 
       e che dire m.....ia sign. Tenente.....complimenti

Per l'appunto !

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da robertSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 08:09 #9
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2477

Età: 36

Residenza: italia.png Caltanissetta

Regione: Sicilia

Provincia: Caltanissetta (CL)

Suvvia ragazzi.... mi fate arrossire    

Dopo la laurea mi sono preso un periodo di pausa , tale periodo è stato impiegato per riposare, ma sopratutto per truciolare.
Io non ho fatto altro che prendere tutti i consigli che in questo forum date e metterli in pratica. Non sarei mai stato capace di arrivare a ciò senza aver letto e riletto il post di Pirfy, quello di sgorbietto e altri.


GRAZIE A TUTTI dei bei messaggi letti..

Saluti

Roberto

____________
Saluti

Roberto


la nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni caduta.

 
Da mumuSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 08:22 #10
 
Espulso
avatar

Registrato: Febbraio 2008

Messaggi: 1526

Residenza: new_zealand.png

Regione: Stato Estero

Provincia: -

Bellissimo il banco e la sequenza fotografica... una curiosità: quante ore hai impiegato?

____________
I numeri sono importanti!

 
Da BullnoseSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 08:51 #11
 
avatar

Registrato: Novembre 2008

Messaggi: 858

Età: 41

Residenza: china.png Shangai&Italia.

Regione: Stato Estero

Provincia: -

Un bel lavoro. Per curiosita' quanto lo fanno l'abete dalle tue parti?

 
Da foxyzalotSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 08:58 #12
 
avatar

Registrato: Luglio 2008

Messaggi: 523

Età: 44

Residenza: blank.gif dermen(zermen)

Regione: Veneto

Provincia: Belluno (BL)

xuser ha scritto: 
mio nonno era falegname ed in tarda età liutaio. Io posseggo ancora dei mobili bellissimi fatti da lui. Cosa c'entra?
Che non ho mai capito come abbia potuto farli con pochi utensili manuali sul tavolo della cucina... Ora vedendo i lavori di robert e i robertools capisco: serve il manico! altro che squadra-borda-calibra-fa-i-mobili-senza-intervento-umano----trici!
Quando dice con due colpi di scalpello e una cartavetratina....      sembra fatto a controllo numerico!

Un robert-artista col suo materiale, il legno


mio nonno non faceva il falegname ma è esattamente quello che volevo dire io     

 
Da ChristianSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 09:22 #13
 
avatar

Registrato: Febbraio 2008

Messaggi: 2079

Età: 44

Residenza: italia.png

Regione: Marche

Provincia: Ancona (AN)

Complimenti Robert,

Bel lavoro ed ora hai la nastro ed un bellissimo banco!
Ciao Christian

 
Da ser gioSesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 09:34 #14
 
Cartellini gialli: 1 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 4229

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

Complimenti Complimenti Complimenti..   

Sei anche stato velocissimo mi pare, lo rileggerò con molta calma, per capirlo a fondo.

Per quello che mi riguarda 10 e lode  

____________
I numeri sono importanti!

 
Da PirfySesso: Uomo Inviato: Gio 01 Ott, 2009 09:36 #15
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 6990

Età: 48

Residenza: japan.png Napoli Centro

Regione: Campania

Provincia: Napoli (NA)

robè scusa... foto di quando hai installato la morsa ne hai?

____________
Pierfrancesco
emo_62_1271242647_960071
Talvolta la donna è un utile surrogato dell'onanismo. Naturalmente ci vuole un sovrappiù di fantasia. Panda®

 

Vai a 1, 2, 3, 4  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo