Un Po Di Alzate

Da Yu, 12 Set 2017.

Risposte 14, Visite 433

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da YuSesso: Uomo Inviato: Mar 12 Set, 2017 10:40 #1
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Eccomi di nuovo!!..
Per Cecco come linee per quanto riguarda l'esecizio della catenella possono andare così?..
Invece nel complesso ci sono delle regole basilari per costruire queste alzate?..tipo altezza per larghezza il sopra uguale al sotto (come linee)..stesso legno etc..grazie on anticipo per tutte le vostre risposte!!.. 20170911_185543  20170911_185602
 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Mar 12 Set, 2017 10:45 #2
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

20170911_185508  20170911_185518
 
Da NonnoTony48Sesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 09:00 #3
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Novembre 2008

Messaggi: 9102

Età: 69

Residenza: australia.png Melbourne = Australia

Regione: Stato Estero

Provincia: -

Ciao Yu, A me piace moltissimo sia il Legno e anche la forma, Ottima finitura.
Complimenti


Cheers Antonio,

____________
Vivi Ogni giorno come fosse il tuo Ultimo-----Un Giorno lo Sara'

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 10:34 #4
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11577

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Io, purtroppo, non me ne intendo assolutamente di tornitura ma non posso che apprezzare sia le belle linee che l'esecuzione. Per gli eventuali difetti ci pensa Cecco  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 14:17 #5
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Grazie lapin e antonio!!!...aspetto quelli più duri !
 
Da carpenterSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 20:21 #6
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 2011

Età: 63

Residenza: blank.gif San Ginesio MC-Fraz Morico

Regione: Marche

Provincia: Macerata (MC)

quoto Lapin...

____________
ciao
Tonino

 
Da CeccoSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Set, 2017 21:39 #7
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1325

Età: 57

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Biella (BI)

Eh,sembra che io sia un lupo mannaro  
In realtà cerco solo di "spingere" ogni tornitore a dare il meglio e va detto che lo faccio solo con chi ritengo  possa arrivare a risultati migliori
Veniamo a queste "alzate",caro Yu  
Confessa,figliolo,quanto hai carteggiato?
 
Ricorda che più finisci di sgorbia e meno polvere respiri (primario) e meno riscaldi il legno (non crei flares -detti anche puntini chiari insopprimibili e bas..tardi-) e meno microfratture  rischi.
Detto questo...la linea è migliorata,mi pare evidente;questo ti fa onore,perché metti a frutto i consigli e i risultati si vedono
Quindi le ciotole,soprattutto la seconda (la prima è un filo "seduta",cicciottosa) sono buone.
Ancora un po' spesse di parete e con l'interno che non segue perfettamente l'esterno,ma siamo già contenti.
I "piedi"...non si possono vedere  
Ma come? Fai tutto benino per rendere elegante la ciotola e poi metti un bussolotto per piede?
Un'alzata,come per tutto il vasellame, hai dei punti cardine e dobbiamo rifarci ai canoni dei ceramisti (e dei vetrai,in certi casi);un piatto,una fruttiera,un'alzata,etc,etc non possono avere dimensioni a capocchia..sarebbe come fare un matterello quadrato o un mortaio con le dimensioni di un vassoio.
Questa è un'alzata:
 images

Puoi scegliere di evitare la texture...ma le dimensioni e l'eleganza dovrebbero essere quelle

Quindi,togli il piede alle tue ciotole e saranno delle buone ciotole.
E tornisci un'alzata (tutta dello stesso legno,per iniziare).
Puoi farcela,lo so  

Ultima modifica di Cecco il Mer 13 Set, 2017 21:43, modificato 1 volta in totale

 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Gio 14 Set, 2017 10:31 #8
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Eh,sembra che io sia un lupo mannaro  
In realtà cerco solo di "spingere" ogni tornitore a dare il meglio e va detto che lo faccio solo con chi ritengo  possa arrivare a risultati migliori
Veniamo a queste "alzate",caro Yu  
Confessa,figliolo,quanto hai carteggiato?
 
Ricorda che più finisci di sgorbia e meno polvere respiri (primario) e meno riscaldi il legno (non crei flares -detti anche puntini chiari insopprimibili e bas..tardi-) e meno microfratture  rischi.
Detto questo...la linea è migliorata,mi pare evidente;questo ti fa onore,perché metti a frutto i consigli e i risultati si vedono
Quindi le ciotole,soprattutto la seconda (la prima è un filo "seduta",cicciottosa) sono buone.
Ancora un po' spesse di parete e con l'interno che non segue perfettamente l'esterno,ma siamo già contenti.
I "piedi"...non si possono vedere  
Ma come? Fai tutto benino per rendere elegante la ciotola e poi metti un bussolotto per piede?
Un'alzata,come per tutto il vasellame, hai dei punti cardine e dobbiamo rifarci ai canoni dei ceramisti (e dei vetrai,in certi casi);un piatto,una fruttiera,un'alzata,etc,etc non possono avere dimensioni a capocchia..sarebbe come fare un matterello quadrato o un mortaio con le dimensioni di un vassoio.
Questa è un'alzata:
 
Puoi scegliere di evitare la texture...ma le dimensioni e l'eleganza dovrebbero essere quelle

Quindi,togli il piede alle tue ciotole e saranno delle buone ciotole.
E tornisci un'alzata (tutta dello stesso legno,per iniziare).
Puoi farcela,lo so  :cool:[/quote]


Non ti ritengo un lupo mannaro ..
Ma una persone onesta e sincera e più che altro non gelosa del proprio sapere e che quindi come tale ritenuta da molti un maestro!!...dispacci tecnica a tutti e come sappiamo la tecnica sono regole che poi con cognizione di causa possono essere infrante...ma solo conoscendo bene le basi...ora per la carteggiatura...quanto è tanto?...ci sono legni che meglio riesco a finire con i ferri altri tipo questo legno (leccio) che mi riesce peggio..è veramente tosto...anche la motosega fatica!!..però questo sopporta meglio l'azione della carta vetra mentre per esempio il castagno annerisce...perché?..io le alzate nella mi a mente le ho viste cosi..che figura!!!..un altro consiglio certe volte con la bowl facendo passate da 4 a 1 mm circa mi capita che ad un certo punto senza cambiare inclinazione ne forzando o altro la sgorbia mi prende di più (passatemi la terminologia)puntando la punta verso il basso..ma non una piantata perche poi da solo torna al suo posto..perché?

Ultima modifica di lapin il Gio 14 Set, 2017 10:41, modificato 3 volte in totale

 
Da CeccoSesso: Uomo Inviato: Gio 14 Set, 2017 22:04 #9
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1325

Età: 57

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Biella (BI)

Yu ha scritto: 



..ora per la carteggiatura...quanto è tanto?...
ottima domanda!  Di solito è "tanto" quando devi recuperare dei solchi giganti o quando rendi il legno caldo,caldissimo. Non è tanto da che grana parti ( anche se è ovvio che partire con una 180 significa aver lavorato meglio con la sgorbia rispetto a dover partire con una 60) ma proprio il tempo e l'azione insistita ( qualche volta cambia addirittura il profilo della tornitura). Una spia di una carteggiatura troppo pesante è la qualità della superficie dopo verniciata ( o comunque trattata) : il legno sembra pervaso da una soffusa opacità e le fibre perdono la tridimensionalità .
 


ci sono legni che meglio riesco a finire con i ferri altri tipo questo legno (leccio) che mi riesce peggio..è veramente tosto...anche la motosega fatica!!..però questo sopporta meglio l'azione della carta vetra mentre per esempio il castagno annerisce...perché?.

ci sono legni con fibre più contorte, che richiedono affilature più frequenti e garbo nel tagliarle ( sotto la sgorbia cambiano continuamente direzione e ti trovi a tagliare anche controvena) e altre più lineari. Il Castagno annerisce per la forte presenza di tannino e perché,avendo fibre "morbide",  se l'azione dell'abrasivo genera troppo calore le brucia superficialmente  ( e questo è indice di eccessiva carteggiatura).

un altro consiglio certe volte con la bowl facendo passate da 4 a 1 mm circa mi capita che ad un certo punto senza cambiare inclinazione ne forzando o altro la sgorbia mi prende di più (passatemi la terminologia)puntando la punta verso il basso..ma non una piantata perche poi da solo torna al suo posto..perché?


la sgorbia va dove vuoi tu; non esiste che prenda di più o di meno : devi mantenerne sempre il controllo. Quando perdi il controllo...difficile dire cosa può succedere. Osservati durante l'azione e capirai qual'e il punto critico.
 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Ven 15 Set, 2017 06:59 #10
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Grazie cecco...sempre ottimo consigli!!...alla prossima...
 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Lun 18 Set, 2017 19:05 #11
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Eh,sembra che io sia un lupo mannaro  
In realtà cerco solo di "spingere" ogni tornitore a dare il meglio e va detto che lo faccio solo con chi ritengo  possa arrivare a risultati migliori
Veniamo a queste "alzate",caro Yu  
Confessa,figliolo,quanto hai carteggiato?
 
Ricorda che più finisci di sgorbia e meno polvere respiri (primario) e meno riscaldi il legno (non crei flares -detti anche puntini chiari insopprimibili e bas..tardi-) e meno microfratture  rischi.
Detto questo...la linea è migliorata,mi pare evidente;questo ti fa onore,perché metti a frutto i consigli e i risultati si vedono
Quindi le ciotole,soprattutto la seconda (la prima è un filo "seduta",cicciottosa) sono buone.
Ancora un po' spesse di parete e con l'interno che non segue perfettamente l'esterno,ma siamo già contenti.
I "piedi"...non si possono vedere  
Ma come? Fai tutto benino per rendere elegante la ciotola e poi metti un bussolotto per piede?
Un'alzata,come per tutto il vasellame, hai dei punti cardine e dobbiamo rifarci ai canoni dei ceramisti (e dei vetrai,in certi casi);un piatto,una fruttiera,un'alzata,etc,etc non possono avere dimensioni a capocchia..sarebbe come fare un matterello quadrato o un mortaio con le dimensioni di un vassoio.
Questa è un'alzata:
 images

Puoi scegliere di evitare la texture...ma le dimensioni e l'eleganza dovrebbero essere quelle

Quindi,togli il piede alle tue ciotole e saranno delle buone ciotole.
E tornisci un'alzata (tutta dello stesso legno,per iniziare).
Puoi farcela,lo so  :cool:[/quote]

Questa può andare?..il piatto mi è venuto abbondante curca 42 cm e il sotto non sapevo quanto farlo alto e largo ..bo non so..e cmq il sotto lo si fa da pieno e tutti pezzi assemblati?..
20170918_174941  20170918_174948 [quote user="Cecco" post="250798

Ultima modifica di Yu il Lun 18 Set, 2017 19:07, modificato 1 volta in totale

 
Da Bollani Inviato: Lun 18 Set, 2017 20:55 #12
 
avatar

Registrato: Giugno 2015

Messaggi: 67

Età: 54

Residenza: blank.gif

Regione: Toscana

Provincia: Pisa (PI)

Da neofita ti dico  B E L L A !!! non me ne vogliano i più esperti ....ma a me mi piace assai !!!!
 
Da CeccoSesso: Uomo Inviato: Lun 18 Set, 2017 23:48 #13
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1325

Età: 57

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Biella (BI)

Bravo ragazzo  
Questa è un'alzata; puoi ancora migliorarla,esteticamente,lavorando sulle proporzioni.
Il piede andrebbe leggermente aumentato di diametro e il gambo dovrebbe essere più corto ( diciamo circa la metà ) ; le curve tra  piede-gambo-testa andrebbero più raccordate,fluide.
Di solito la costruzione prevede due pezzi: piatto e gambo-piede,uniti con tenone e mortasa cieca ( tondi,ovviamente)
Bravo,ti impegni e i risultati si vedono ( cura anche un po di più la finitura )
 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Mar 19 Set, 2017 07:18 #14
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 61

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Quindi un piatto di 30 cm di diametro prevede un piede di circa 20 e un altezza di circa 10 cm...giusto?..sarebbero le propprzioni giuste?...mi dispiace per le foto in!bianco e nero perché penso di aver fatto una cavolata...nel senso che sotto ho fato cera neutra e sopra cera noce scuro..però forse sbagliando non sono arrivato a grana molto fine..mi sono fermato alla 320..il piede e gambo da pezzo unico cavolo..ho fatto una montagna si trucioli...era un trave 22×22...grazie per corso di tornitira primo livello
 
Da CeccoSesso: Uomo Inviato: Mar 19 Set, 2017 23:01 #15
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1325

Età: 57

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Biella (BI)

Yu ha scritto: 
Quindi un piatto di 30 cm di diametro prevede un piede di circa 20 e un altezza di circa 10 cm...giusto?..sarebbero le propprzioni giuste?...mi dispiace per le foto in!bianco e nero perché penso di aver fatto una cavolata...nel senso che sotto ho fato cera neutra e sopra cera noce scuro..però forse sbagliando non sono arrivato a grana molto fine..mi sono fermato alla 320..il piede e gambo da pezzo unico cavolo..ho fatto una montagna si trucioli...era un trave 22×22...grazie per corso di tornitira primo livello


Con un piatto da 30 potresti fare un piede tra i 13 e i 15 ( spesso circa un cm. al diametro massimo per poi salire con una curva continua al gambo); altezza 10 cm direi "ok".
Come grana finale 320/400 va più che bene ( ma elimina tutte le righe di sgorbia).
buoni trucioli  
 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo