Pianoforte Ricevuto In Regalo

Da domenico p, 09 Lug 2008.

Risposte 127, Visite 37741

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da alegtr84Sesso: Uomo Inviato: Ven 27 Mar, 2009 16:46 #91
 
avatar

Registrato: Settembre 2008

Messaggi: 336

Età: 34

Residenza: blank.gif

Regione: Puglia

Provincia: Bari (BA)

sei ascoltarlo in moto conosco qualche pianista che può metterlo alle...corde !!!
complimentazzi!
ciao ale!
 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Mer 01 Apr, 2009 19:18 #92
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Ho bisogno dell'aiuto di qualche amico musicista.
Adesso stò per accingermi all'accordatura, ma prima voglio essere sicuro al 1000% di quello che stò facendo.
Ho controllato com'è accordato attualmente con il mio strumento elettronico.
A parte qualche nota un pò stonata ho notato che tutto il pianoforte è più basso di un semitono in pratica tutti i LA (bulinati nel pezzo di legno dove sono piantate le caviglie con delle A) in realtà suonano come dei SOL#.
In pratica un semitono più basso.
Ma è normale una cosa del genere?
Per riportarlo all'accordatura normale bisognerebbe tirare tutte le corde di un 6% e non mi sembra il caso.
Avete qualche consiglio?
Domenico.
 
Da AlbertSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 10:58 #93
 
avatar

Registrato: Mag 2008

Messaggi: 1623

Età: 56

Residenza: australia.png Brescia - Lago di Garda

Regione: Lombardia

Provincia: Brescia (BS)

Ciao Domenico. Tenendo conto di tutte le opere che sono state fatte un minimo di discrepanza è accettabile. Penso che prima lo strumento andrebbe suonato un pò così com'è e poi riaccordato. Un pò d'assestamento dovrai pure concederlo.  Da cosa cosa hai derivato quel 6% di tensione per alzare di un semitono l'accordatura?

____________
Albert

 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 13:18 #94
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Ogni semitono ha una frequenza rispetto al precedente della radice dodicesima di 2 = 1,059 circa.
Adesso non so se la tensione delle corde e frequenza siano proporzionali, stasera guardo nel libretto di accordatura...
Ad ogni modo piuttosto di correre il rischio di causare dei guasti, rompere corde o altro, penso sia meglio fare dei piccoli ritocchi all'accordatura attuale anche se di un semitono più basso.
Io non sono un musicista ma penso che fino a che il pianoforte viene usato da solo e non in accompagnamento con altri strumenti  il fatto non dovrebbe costituire un problema.
Domenico.
 
Da sgorbiettoSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 13:42 #95
 
avatar
HomePage

Registrato: Mag 2008

Messaggi: 1205

Età: 55

Residenza: italia.png Ortona (CH)

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Domenico ciao, l'accordatore elettronico che scala legge? naturale o temperata?
dai un'occhiata QUI forse il problema è dovuto a questo.

____________
Marco

www.passionechitarra.it

 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 13:59 #96
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Legge la scala temperata che è quella adatta ai pianoforti.
La maggior parte delle corde è esattamente un semitono sotto, le restanti sono fuori di un semitono + qualche cent.
Durante le fasi del restauro non sono mai state toccate le caviglie quindi l'accordatura è ancora quella originale.
Sembra che sia stato volutamente accordato così, un semitono sotto.

Visto che sono come san Tommaso ho anche verificato l'accordatore elettronico.
Ho scaricato un software che genera toni tramite la scheda audio del PC, ho poi messo l'accordatore davanti alle casse del PC. Impostando le varie frequenze della scala temperata LA = 440 ecc... ho verificato che funzionasse correttamente.
E' come un orologio svizzero.

Domenico.
 
Da sgorbiettoSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 14:06 #97
 
avatar
HomePage

Registrato: Mag 2008

Messaggi: 1205

Età: 55

Residenza: italia.png Ortona (CH)

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Allora forse devi solo tirare e basta. Capisco i tuoi timori, ma un semitono in fondo non è la fine del mondo.
Magari prova prima con la più piccola, poi passa alla più grande, prendi fiducia e poi.........................le altre stanno in mezzo.  

____________
Marco

www.passionechitarra.it

Ultima modifica di sgorbietto il Gio 02 Apr, 2009 14:09, modificato 1 volta in totale

 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Gio 02 Apr, 2009 22:44 #98
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

domenico p ha scritto: 
Adesso non so se la tensione delle corde e frequenza siano proporzionali, stasera guardo nel libretto di accordatura...


Da Dott. Luigi Enrico Bongioanni: Norme per l'Accordatura dei Pianoforti:
1)L'altezza del suono cresce in maniera proporzionale col diminuire della lunghezza della corda.
2)L'altezza del suono cresce con la radice quadrata della tensione.
3)L'altezza del suono cresce in maniera proporzionale col diminuire del diametro della corda.
4)L'altezza del suono cresce col diminuire in maniera con la radice quadrata del peso specifico della corda.

Quindi è ancora peggio di quanto pensavo: per aumentare la frequenza di 1,059 devo aumentare  la tensione di 1,12 quindi del 12%...
Domenico.
 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 18:22 #99
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Per trasportare il pianoforte al piano superiore ho costruito un carrellino apposito...
Non ho voluto chiamare un'impresa apposita perchè per trasportarlo da Vicenza a casa mia, 10 Km, l'anno scorso mi hanno rapinato 150 euro...

 1_1240071586_675075

Pronti... via...

 2_1240071715_277371
 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 18:34 #100
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Fase di accordatura.
Lo strumento accordatore che ho comprato l'anno scorso non ha raggiunto le mie aspettative, in pratica non sente l'ottava più bassa e quella più alta.
Allora ho deciso per un altro sistema.
Mi sono costruito un preamplificatore microfonico + capsula a condensatore (un kit di Nuova Elettronica) e ho collegato il tutto all'ingresso "line" della scheda audio del PC.
Sopra alle caviglie ho fissato con il biadesivo in maniera provvisoria delle mascherine con il nome della nota.

 3_1240072015_740792
 
Ho provato vari software, alla fine quello risultato migliore è quello della foto, molto preciso.
Ci vuole una pazienza infinita perchè basta ruotare leggerissimamente la caviglia per avere uno spostamento della nota di parecchi cent.
In più bisogna cercare di raggiungere l'accordatura tirando la corda, quindi se si va oltre con la frequenza bisogna rimollare e ritirare.
Alla fine ho deciso di accordare con il LA = 415,3 Hz cioè un semitono più basso come l'ho trovato.
Discorrendo con una mia parente che suona il pianoforte mi ha confermato che sui vecchi pianoforti l'accordatura veniva tenuta un semitono sotto e mia ha sconsigliato di tirarlo su a 440 Hz.

 4_1240072101_915047
 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 18:44 #101
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Pronto per l'uso...perfettamente funzionante.
C'è qualche particolare da sostituire nella martelliera che si è consumato in tutti questi anni, ma lo farò con calma.
Adesso devo pensare al prossimo lavoro...
Domenico.

 5_1240072942_865430
 
Da robertSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 20:18 #102
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 2477

Età: 36

Residenza: italia.png Caltanissetta

Regione: Sicilia

Provincia: Caltanissetta (CL)

complimenti per il meraviglioso lavoro che hai fatto!!

e grazie di averci fatti partecipi del tuo lavoro


Saluti

Roberto

____________
Saluti

Roberto


la nostra felicità più grande non sta nel non cadere mai, ma nel risollevarsi sempre dopo ogni caduta.

 
Da PaquitoSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 21:08 #103
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2008

Messaggi: 5842

Età: 58

Residenza: blank.gif Scafati

Regione: Campania

Provincia: Salerno (SA)

Bravissimo Domenico, un'opera di una pazienza certosina!

Pasquale.

____________
Ciao, Pasquale.
Molto spesso è salutare e distensivo provarci si spera qualche volta riuscirci.

 
Da AlbertSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 23:11 #104
 
avatar

Registrato: Mag 2008

Messaggi: 1623

Età: 56

Residenza: australia.png Brescia - Lago di Garda

Regione: Lombardia

Provincia: Brescia (BS)

Ciao Domenico.
Direi che ciò che rimane da fare sono solo delle piccole aggiunte alla grandissima opera che hai portato a termine. Complimenti ancora. E' sempre una bellissima emozione vedere una "Vecchia Gloria" tornare agli antichi splendori.

____________
Albert

 
Da domenico pSesso: Uomo Inviato: Sab 18 Apr, 2009 23:47 #105
 
avatar

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 448

Residenza: blank.gif

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

Stasera ascoltando mia figlia mentre si esercitava ho sentito che il suono è veramente splendido.
Ho tuttavia qualche dubbio sulla parte più bassa, praticamente sulle 12 note che hanno una sola corda rivestita.
Il suono sembra più spento delle altre, cerco magari di fare una registrazione per farvela sentire.
Ho visto in internet che spesso le corde dei bassi vengono sostituite, ma non riesco a capire cosa si possa deteriorare in una corda rivestita.
Potrebbe essere la spirale di rame che si svolge su se stessa e quindi non è più in intimo contatto con l'anima di acciaio armonico? Boh...
Se qualcuno ha qualche idea?
Pensavo di provare su una sola corda di rifare la spiralatura di rame... va bè vado a nanna...
Domenico.
 

Vai a Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo