Piante Secche

Da Yu, 25 Lug 2017.

Risposte 3, Visite 267

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da YuSesso: Uomo Inviato: Mar 25 Lug, 2017 11:58 #1
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 53

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Salve.
Volevo chiedervi un Po di cose riguardanti i "secchi in pianta".
Sarebbe legno spalted?
Io abito in un posto molto boschivo dell'Italia dove si trova praticamente di tutto carpino cerro faggio castagno noce acacia tiglio pioppo leccio cedro abete pino bosso scopa e alberi da frutto selvatici come ciliege meli peri oppure sorbo pruno sambuco mattallo(non so il nome volgare) etc.
Sono tutti buoni o qualcuno è da scartare?
Anche se secchi cioè che hanno già perso la corteccia ma hanno ancora buona fibra dopo la tornitura vanno cmq fatti stagionare?
Abbozzo e poi  con le relative tecniche faccio seccare?
Saluti a tutti
 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mar 25 Lug, 2017 15:00 #2
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 16602

Età: 58

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

Risposta parziale: spalted è il legno ammuffito che molti apprezzano esteticamente per dei particolari cerchi neri.

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da CeccoSesso: Uomo Inviato: Mar 25 Lug, 2017 21:32 #3
 
avatar
HomePage

Registrato: Dicembre 2009

Messaggi: 1314

Età: 57

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Biella (BI)

Yu ha scritto: 
Salve.
Volevo chiedervi un Po di cose riguardanti i "secchi in pianta".
Sarebbe legno spalted?
No! Generalmente gli attacchi fungini (non su tutti i legni con lo stesso effetto) avvengono quando il legno è a contatto con il terreno (o altro legno) che contiene le spore.

Io abito in un posto molto boschivo dell'Italia dove si trova praticamente di tutto carpino cerro faggio castagno noce acacia tiglio pioppo leccio cedro abete pino bosso scopa e alberi da frutto selvatici come ciliege meli peri oppure sorbo pruno sambuco mattallo(non so il nome volgare) etc.
Sono tutti buoni o qualcuno è da scartare?
Sul tornio puoi mettere di tutto; il tipo di lavoro e l'abilità del tornitore saranno le discriminanti. In genere si evitano le conifere per i lavori dettagliati (e i nodi dell'abete non piacciono al filo delle sgorbie). Ottimi tutti i legni ottenuti da alberi da frutto per la figurazione accesa.

Anche se secchi cioè che hanno già perso la corteccia ma hanno ancora buona fibra dopo la tornitura vanno cmq fatti stagionare?
Aver perso la corteccia non sempre significa "secco";molte volte può semplicemente indicare un deterioramento del materiale,comunque con elevata percentuale di umidità presente (un discreto misuratore di umidità costa una cifra irrisoria e dà delle indicazioni di massima utili)


Abbozzo e poi  con le relative tecniche faccio seccare?
Questa tecnica è solitamente utilizzata con legno (sano) abbattuto da poco,pochissimo tempo. Negli altri casi non ha controindicazioni se non una attesa che potrebbe rivelarsi inutile.

Saluti a tutti
 
Da YuSesso: Uomo Inviato: Mer 26 Lug, 2017 09:32 #4
 
avatar

Registrato: Mag 2017

Messaggi: 53

Età: 37

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Grazie cecco.
Sempre molto disponibile!
 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo