Piani In Cemento, Saldature, Tubi Idraulici, Elettricità

Da Pinucc, 11 Nov 2016.

Risposte 33, Visite 2843

Vai a 1, 2, 3  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 11:56 #1
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

ehmm...ammetto che forse sto esagerando un pochino,

ma sono dell'idea che bisogna provare a fare tutto, poi capire cos'è nelle tue corde.  

quindi....prima di tediarvi (e perdere tempo) a esporre i miei dilemmi..c'è qualcuno che "ne sa" degli argomenti in questione?
brevemente:
- piani in cemento, ovvero quelli che intendo realizzare per la cucina.
- saldature semplici, su tubi di ferro
- tubi idraulici in ghisa (o ferro? non lo capisco..), come e con cosa tagliarli, filettarli..
- elettricità, per capire cosa è meglio fare per un 220 o un 380..
 
Da GioVa Inviato: Ven 11 Nov, 2016 13:28 #2
 
avatar

Registrato: Agosto 2010

Messaggi: 4088

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

chissà che dovrai realizzare

i tubi idraulici che normalmente si usano o meglio usavano sono quelli in ferro zingato e raccordi in ghisa filettata
il tubo si taglia normalmente con il taglia tubi a rotella se non lo hai puoi usare il flessibile o il seghetto a mano. per quanto riguarda la filattatura  e' necessario avere la filiera, per ogni diametro di tubo esiste una matrice......... e costicchia ( se ti servono pochi filetti puoi orientarti su roba cinese e te la cavi con poco)
 
per il resto  lascio ad altri
 
Da zoki4691Sesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 13:39 #3
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Settembre 2013

Messaggi: 2364

Età: 53

Residenza: yugoslavia.png

Regione: Lombardia

Provincia: Milano (MI)

Pinucc ha scritto: 
ehmm...ammetto che forse sto esagerando un pochino,

ma sono dell'idea che
Citazione:
bisogna provare a fare tutto,
poi capire cos'è nelle tue corde.  

quindi....prima di tediarvi (e perdere tempo) a esporre i miei dilemmi..c'è qualcuno che "ne sa" degli argomenti in questione?
brevemente:
- piani in cemento, ovvero quelli che intendo realizzare per la cucina.
- saldature semplici, su tubi di ferro
- tubi idraulici in ghisa (o ferro? non lo capisco..), come e con cosa tagliarli, filettarli..
- elettricità, per capire cosa è meglio fare per un 220 o un 380..


spesso provare fare tutto , significa , fare tutto e non concludere niente  ? spero che non e il tuo caso ?
spesso lavori dipendono anche dei attrezzi . averli tutti e una bella spesa.
secondo me , dovresti ristringere il tuo "campo" dei lavori ?

____________
Sono d'accordo sulla tua analisi , però mi dà fastidio il fatto che poi leggi tra le righe qualche parola di scherno per volersi rifare della loro ignoranza,,,
Black Bombay

 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 13:47 #4
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

GioVa ha scritto: 
chissà che dovrai realizzare

i tubi idraulici che normalmente si usano o meglio usavano sono quelli in ferro zingato e raccordi in ghisa filettata
il tubo si taglia normalmente con il taglia tubi a rotella se non lo hai puoi usare il flessibile o il seghetto a mano. per quanto riguarda la filattatura  e' necessario avere la filiera, per ogni diametro di tubo esiste una matrice......... e costicchia ( se ti servono pochi filetti puoi orientarti su roba cinese e te la cavi con poco)
 
per il resto  lascio ad altri


..da realizzare, di tutto e di più in realtà, almeno potenzialmente..bastano 100 mq da arredare?  

rido perchè ovviamente non lo farò mai con le mie sole forze..

i tubi idraulici comunque possono avere molti usi - se ti piace lo stile industriale/minimal/riciclo - dai supporti per librerie e scaffali a lampade cosìdette "steampunk", fino a gambe e srutture per letti, sgabelli, tavoli e via dicendo..

Se invece non ti piace lo stile, sono ferrovecchio  

..dici "si usavano"? nn sono più utilizzati?

..e per gli strumenti che dici, sono contento mi confermi che basta un taglia tubi a rotella (forse più preciso di un flessibile nelle mie mani)....mentre per le filettature ho visto anche degli "usati" sui vari siti di annunci, anche se non saprei come valutarli (marche, stato d'usura, ecc.).
 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 13:50 #5
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

zoki4691 ha scritto: 
Pinucc ha scritto: 
ehmm...ammetto che forse sto esagerando un pochino,

ma sono dell'idea che
Citazione:
bisogna provare a fare tutto,
poi capire cos'è nelle tue corde.  

quindi....prima di tediarvi (e perdere tempo) a esporre i miei dilemmi..c'è qualcuno che "ne sa" degli argomenti in questione?
brevemente:
- piani in cemento, ovvero quelli che intendo realizzare per la cucina.
- saldature semplici, su tubi di ferro
- tubi idraulici in ghisa (o ferro? non lo capisco..), come e con cosa tagliarli, filettarli..
- elettricità, per capire cosa è meglio fare per un 220 o un 380..


spesso provare fare tutto , significa , fare tutto e non concludere niente  ? spero che non e il tuo caso ?
spesso lavori dipendono anche dei attrezzi . averli tutti e una bella spesa.
secondo me , dovresti ristringere il tuo "campo" dei lavori ?


dai..di solito finisco quello che inizio..e quindi condivido il tuo pensiero.

In realtà le cose sono molto più semplici di un dedicarsi anima, corpo e investimenti a tutti quei "lavori" citati..

..fare due ripiani in cemento non sembra un'impresa titanica..saldare due tubi nemmeno (avrei già tutto, più o meno), per i tubi idraulici idem, ho contatti vari..e per l'elettricità è appunto che ho "ereditato" una serie di strumenti a 380 e vorrei capire cosa farne..se mi conviene convertirli a 220, venderli o ripristinare il 380..ma a quel punto, con i miei strumenti 220? Sono ignorante su ste cose insomma..
 
Da Paolo LiutaioSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 13:57 #6
 
avatar

Registrato: Marzo 2016

Messaggi: 72

Età: 31

Residenza: italia.png Garès

Regione: Veneto

Provincia: Belluno (BL)

Se hai attrezzi che vanno a 380 io ti consiglierei di chiedere al tuo gestore se puoi mettere il contatore 380. Poi da quello tiri fuori anche il 220 con una fase ed un neutro, la distribuzione BT funziona così. L'unica cosa su cui secondo me ti devi informare è se il tuo gestore ti permette di prelevare tutta la potenza contrattuale da una sola fase, un operatore preparato saprà sicuramente darti una risposta certa!

____________
Minimax CU350 SMART (trifase)

 
Da GioVa Inviato: Ven 11 Nov, 2016 14:02 #7
 
avatar

Registrato: Agosto 2010

Messaggi: 4088

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

Pinucc ha scritto: 
GioVa ha scritto: 
chissà che dovrai realizzare

i tubi idraulici che normalmente si usano o meglio usavano sono quelli in ferro zingato e raccordi in ghisa filettata
il tubo si taglia normalmente con il taglia tubi a rotella se non lo hai puoi usare il flessibile o il seghetto a mano. per quanto riguarda la filattatura  e' necessario avere la filiera, per ogni diametro di tubo esiste una matrice......... e costicchia ( se ti servono pochi filetti puoi orientarti su roba cinese e te la cavi con poco)
 
per il resto  lascio ad altri


..da realizzare, di tutto e di più in realtà, almeno potenzialmente..bastano 100 mq da arredare?  

rido perchè ovviamente non lo farò mai con le mie sole forze..

i tubi idraulici comunque possono avere molti usi - se ti piace lo stile industriale/minimal/riciclo - dai supporti per librerie e scaffali a lampade cosìdette "steampunk", fino a gambe e srutture per letti, sgabelli, tavoli e via dicendo..

Se invece non ti piace lo stile, sono ferrovecchio  

..dici "si usavano"? nn sono più utilizzati?

..e per gli strumenti che dici, sono contento mi confermi che basta un taglia tubi a rotella (forse più preciso di un flessibile nelle mie mani)....mentre per le filettature ho visto anche degli "usati" sui vari siti di annunci, anche se non saprei come valutarli (marche, stato d'usura, ecc.).


una volta esistevano solo i tubi in ferro poi e' errivata la palstica e il multistrato il rame e chi piu' ne ha piu' ne metta!
tagliatubi a rotella pere tubi in ferro , non quello per i tubetti di rame mi raccomando!  
stai solo attento alle matrici delle filiere , chiedi di provarle prima di comprarle!  
 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 14:25 #8
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

Paolo Liutaio ha scritto: 
Se hai attrezzi che vanno a 380 io ti consiglierei di chiedere al tuo gestore se puoi mettere il contatore 380. Poi da quello tiri fuori anche il 220 con una fase ed un neutro, la distribuzione BT funziona così. L'unica cosa su cui secondo me ti devi informare è se il tuo gestore ti permette di prelevare tutta la potenza contrattuale da una sola fase, un operatore preparato saprà sicuramente darti una risposta certa!



Grazie..
distribuzione BT..sta per?

il contatore 380 c'è già, era una piccola officina meccanica, è stato solo chiuso il contratto alcuni anni fa.

..e quindi, se ho capito bene...il gestore mi deve confermare che posso prendere tutta la potenza da una sola fase (quando uso il 220, giusto?) e poi ovviamente un elettricista che mi organizzi il tutto..

cioè..potenzialmente credo che la situazione fosse proprio questa, il fu proprietario aveva appunto sti attrezzi 380 ma anche 220..quindi in qualche modo faceva. Ecco, lui sicuramente era in grado di mettere mano all'insieme, io no, ignoranza allo stato brado su ste cose.  

...se poi ci aggiungiamo che avrei anche un appartamento da alimentare con quello o altro contatore....è il caso faccio due chiacchiere con un elettricista sul posto, prima..no?
 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 14:27 #9
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

GioVa ha scritto: 
Pinucc ha scritto: 
GioVa ha scritto: 
chissà che dovrai realizzare

i tubi idraulici che normalmente si usano o meglio usavano sono quelli in ferro zingato e raccordi in ghisa filettata
il tubo si taglia normalmente con il taglia tubi a rotella se non lo hai puoi usare il flessibile o il seghetto a mano. per quanto riguarda la filattatura  e' necessario avere la filiera, per ogni diametro di tubo esiste una matrice......... e costicchia ( se ti servono pochi filetti puoi orientarti su roba cinese e te la cavi con poco)
 
per il resto  lascio ad altri


..da realizzare, di tutto e di più in realtà, almeno potenzialmente..bastano 100 mq da arredare?  

rido perchè ovviamente non lo farò mai con le mie sole forze..

i tubi idraulici comunque possono avere molti usi - se ti piace lo stile industriale/minimal/riciclo - dai supporti per librerie e scaffali a lampade cosìdette "steampunk", fino a gambe e srutture per letti, sgabelli, tavoli e via dicendo..

Se invece non ti piace lo stile, sono ferrovecchio  

..dici "si usavano"? nn sono più utilizzati?

..e per gli strumenti che dici, sono contento mi confermi che basta un taglia tubi a rotella (forse più preciso di un flessibile nelle mie mani)....mentre per le filettature ho visto anche degli "usati" sui vari siti di annunci, anche se non saprei come valutarli (marche, stato d'usura, ecc.).


una volta esistevano solo i tubi in ferro poi e' errivata la palstica e il multistrato il rame e chi piu' ne ha piu' ne metta!
tagliatubi a rotella pere tubi in ferro , non quello per i tubetti di rame mi raccomando!  
stai solo attento alle matrici delle filiere , chiedi di provarle prima di comprarle!  


ah ok..grazie della precisazione, io prendevo quella che c'era..

le matrici sono quelle che fanno il filetto vero e proprio, giusto? provarle significa che devono fare il filetto e se lo fanno su un tubo "x"..posso stare abb tranquillo? Scusa se sono domande "idiote"..
 
Da Paolo LiutaioSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 16:37 #10
 
avatar

Registrato: Marzo 2016

Messaggi: 72

Età: 31

Residenza: italia.png Garès

Regione: Veneto

Provincia: Belluno (BL)

Grazie..
distribuzione BT..sta per?
Bassa tensione, da 50 a 1000V in corrente alternata cioè la distribuzione canonica all' utete finale quando si parla di impianti inferiori ai 150kW (mi sembra)

il contatore 380 c'è già, era una piccola officina meccanica, è stato solo chiuso il contratto alcuni anni fa.

..e quindi, se ho capito bene...il gestore mi deve confermare che posso prendere tutta la potenza da una sola fase (quando uso il 220, giusto?) e poi ovviamente un elettricista che mi organizzi il tutto..
Esatto, fai conto che normalmente gli elettricisti ti dicono che non è possibile prelevare tutto da una fase, ma se il gestore dice di si puoi stare tranquillo

cioè..potenzialmente credo che la situazione fosse proprio questa, il fu proprietario aveva appunto sti attrezzi 380 ma anche 220..quindi in qualche modo faceva. Ecco, lui sicuramente era in grado di mettere mano all'insieme, io no, ignoranza allo stato brado su ste cose.  

...se poi ci aggiungiamo che avrei anche un appartamento da alimentare con quello o altro contatore....è il caso faccio due chiacchiere con un elettricista sul posto, prima..no?
si, così ti spiega anche che differenza c'è, ma anche cosa hanno in comune, il monofase ed il trifase.[/quote]

____________
Minimax CU350 SMART (trifase)

 
Da mikoSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 18:36 #11
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 52

Età: 39

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

per l'impinato idraulico ormai si usa il multistrato, molto più facile da collegare, da lavorare e più duraturo, il ferro è acqua passata
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 19:18 #12
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 12714

Età: 63

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

miko ha scritto: 
per l'impinato idraulico ormai si usa il multistrato, molto più facile da collegare, da lavorare e più duraturo, il ferro è acqua passata


Che diavolo è il multistrato?

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da mikoSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 20:13 #13
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 52

Età: 39

Residenza: blank.gif

Regione: Stato Estero

Provincia: -

https://www.leroymerlin.it/catalogo...0005&cat=CAT454
 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 20:40 #14
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

miko ha scritto: 
per l'impinato idraulico ormai si usa il multistrato, molto più facile da collegare, da lavorare e più duraturo, il ferro è acqua passata


Beh,spero voglia dire che “me li tireranno dietro”, quelli di ferro..
 
Da PinuccSesso: Uomo Inviato: Ven 11 Nov, 2016 20:41 #15
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 135

Età: 41

Regione: Trentino - Alto Adige

Provincia: Trento (TN)

Nessuno pratico di cemento??
 

Vai a 1, 2, 3  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo