Binding Routing Jig

Da Macigno, 15 Gen 2012.

Risposte 22, Visite 6586

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da Macigno Inviato: Dom 15 Gen, 2012 11:45 #1
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

http://www.stewmac.com/shop/Tools/S...b=Video#details

Secondo voi una chitarra classica di valore è giusto che sia costruita con jig come quello in questione, o bisognerebbe rispettare l'arte amanuense?
Nella mia ultima chitarra la scanalatura per alloggiare il binding l'ho fatto a mano e vi posso garantire che ho sudato sette camicie.
ciao
macigno
 
Da OleksandrSesso: Uomo Inviato: Dom 15 Gen, 2012 16:11 #2
 
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Ottobre 2011

Messaggi: 1010

Residenza: blank.gif

Regione: Umbria

Provincia: Terni (TR)

Ciao, non lo so se ho capito bene, ma quella che hai fatto a mano non sarà mai con prezzo simile che era fresata o messa in produzione di massa...  per questo motivo io penso che proprio strumento musicale a più valore fatto interamente a mano questo e mio parere personale, e se anche prezzo sarà doppio di la stesa chitarra soltanto assemblata a mano io sceglierei quella che proprio tutta fata a mano....

____________
___________________________________________________________________
"Quelli che non vogliono imitare nulla, non producono nulla" - Salvador Dalì.

Intaglio legno

 
Da jhl-veronaSesso: Uomo Inviato: Lun 16 Gen, 2012 01:10 #3
Capitano
Capitano
avatar

Registrato: Ottobre 2010

Messaggi: 6360

Età: 61

Residenza: uk.png

Regione: Veneto

Provincia: Verona (VR)

Invece di contrastare macchina verso la mano, nel libro di David Pye "The Nature and Art of Workmanship" lui definisce il lavoro di 'rischio' e lavoro di 'certezza' (estratto in inglese sul argomento). Usare un jig può essere un modo di portare il rischio verso la certezza. Esempio, per affilare io uso un jig, altri sono capace di farlo a mano libero, probabilmente con le stesse risultati.

Costruire un jig può essere considerato anche geniale - Pye stesso creò un jig per costruire i suoi ciottole. Ma i lavori artistico di Oleksandr non possono essere sostituito da un jig e fresatrice, per esempio.

In parte sono in accordo con l'equazione arte = musica, quindi arte = chitarra, e di sicuro la costruzione della tavola armonica è un operazione di 'rischio', difficile da eseguire con jig e fresatrice, ma altri elementi, specialmente se solo di abellimento possono essere portato verso la 'certezza'.

Adesso sapendo che la ciottola di Pye era costruito con un geniale 'fluting engine' (metà della pagina) e non a mano libera detragga dalla sua bellezza?

John - che oggi si sente un pò filosofo  

____________
Più imparo, più dubito.

 
Da Macigno Inviato: Lun 16 Gen, 2012 13:14 #4
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Ciao,
mi sembra che si crei una linea di demarcazione molto sottile, allora un macchinario automatico è una somma di jig?
Ovvio che questa è una riflessione o una domanda che pongo anche a me stesso.
La linea che dovrebbe separare la manualità dall'uso di jig o/e macchinari diventa una valutazione soggettiva e non oggettiva.
Sono d'accordo comunque con John ma anche con Alek, però se provo ad immaginare una chitarra antica, esempio una di Torres e mi immedesimo nelle difficoltà affrontate per costruirla a cominciare dal primo taglio beh non so cosa pensare.
Altro esempio, esistono buoni quadri eseguiti solo con tecnica ma senza "ARTE" quindi un liutaio super tecnologico e tutto jig, perchè oggi esiste internet, costruisce una buona chitarra trasformando in certezza molti punti che lasciati alla manualità sarebbero rischi sicuri.

per il resto non so.
ciao
M.
 
Da OleksandrSesso: Uomo Inviato: Lun 16 Gen, 2012 14:04 #5
 
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Ottobre 2011

Messaggi: 1010

Residenza: blank.gif

Regione: Umbria

Provincia: Terni (TR)

Behh… io cercavo di esprimere il mio  proprio parere per strumenti musicali, che anche hai sudato tanto tanto lavorato a mano c'e ne sono persone che apprezzano il tuo lavoro manuale…. perché noi "difetto" fato a mano non sarà un "difetto"  ma da (adesso già parlo in generale) per oggetto sua unicità….
Pero tanti di voi conoscete me come un ragazzo che fa quadri intagliati e pensate che io subito lego il miei lavori) Per quadri artistici e non artistici posiamo discutere tanto, ma non in questo top, per questo vi dico solo una cosa che io soltanto in fase di imparare bene tecnica d'intaglio e non mi serba logico disegnare e ridisegnare qualcosa da solo quando si può stampare….
Prendiamo 10 intagliatori o 10 maestri che fanno chitarre daremo gli stessi disegni ad ogni uno…. sono sicuro che 10 quadri e 10 chitarre saranno unici nel mondo se erano fati a mano…. pero se mettiamo 10 pezzi di legno nel macchinario otteniamo 10 pezzi uguali…. scusate forse non proprio chiaro quello che voglio dire ma l'emozioni corono più veloce, che posso formulale frase in italiano)

____________
___________________________________________________________________
"Quelli che non vogliono imitare nulla, non producono nulla" - Salvador Dalì.

Intaglio legno

 
Da Macigno Inviato: Lun 16 Gen, 2012 21:30 #6
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Oleksandr ha scritto: 
Behh… io cercavo di esprimere il mio  proprio parere per strumenti musicali, che anche hai sudato tanto tanto lavorato a mano c'e ne sono persone che apprezzano il tuo lavoro manuale…. perché noi "difetto" fato a mano non sarà un "difetto"  ma da (adesso già parlo in generale) per oggetto sua unicità….
Pero tanti di voi conoscete me come un ragazzo che fa quadri intagliati e pensate che io subito lego il miei lavori) Per quadri artistici e non artistici posiamo discutere tanto, ma non in questo top, per questo vi dico solo una cosa che io soltanto in fase di imparare bene tecnica d'intaglio e non mi serba logico disegnare e ridisegnare qualcosa da solo quando si può stampare….
Prendiamo 10 intagliatori o 10 maestri che fanno chitarre daremo gli stessi disegni ad ogni uno…. sono sicuro che 10 quadri e 10 chitarre saranno unici nel mondo se erano fati a mano…. pero se mettiamo 10 pezzi di legno nel macchinario otteniamo 10 pezzi uguali…. scusate forse non proprio chiaro quello che voglio dire ma l'emozioni corono più veloce, che posso formulale frase in italiano)


Spero che tu abbia capito che sono d'accordo con te. Immagino che tu abbia meno problemi di me nello scrivere in italiano di quanti ne abbia io in russo.

ciao
M.
 
Da OleksandrSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Gen, 2012 11:00 #7
 
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Ottobre 2011

Messaggi: 1010

Residenza: blank.gif

Regione: Umbria

Provincia: Terni (TR)

Posiamo fare baratto, tu mi insegni fare chitarre a mano e io ti aiuto con lingua russa  
pero parlando proprio di quello jig e una cosa buona, secondo me, che si può usare non solo per chitarre    pero volevo dire prima che hai sudato non inutilmente, e ci sono persone che ancora apprezzano questo anche in questa epoca di macchinari...

____________
___________________________________________________________________
"Quelli che non vogliono imitare nulla, non producono nulla" - Salvador Dalì.

Intaglio legno

 
Da pacosevenSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Gen, 2012 11:28 #8
 
avatar
HomePage

Registrato: Gennaio 2008

Messaggi: 673

Età: 65

Residenza: blank.gif monti berici

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

la stessa questione si può fare ,sempre parlando di chitarre di pregio , (sopratutto acustiche ,nel mio caso)
fra la verniciatura a gommalacca e quella a nitro...
non porta secondo me , nessun cambiamento avvertibile nel timbro dello strumento , però è un di più che a volte si paga anche salato...
come si dice da noi :
"soddisfassion , mai pagà al bisogno "
Trad: le soddisfazioni non si pagano mai abbastanza....
in sostanza : se io avessi le disponibilità economiche e mi facessi fare un'acustica da un liutaio , e questi mi consigliasse la lavorazione a mano e la verniciature a tampone in gommalacca , non mi farei problemi nell'accettare il sovrapprezzo che mi chiederebbe in merito....
(disponibilità che non ho.....per cui il problema non si pone per me....)
 
Da Macigno Inviato: Mer 18 Gen, 2012 12:49 #9
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Oleksandr ha scritto: 
Posiamo fare baratto, tu mi insegni fare chitarre a mano e io ti aiuto con lingua russa  
pero parlando proprio di quello jig e una cosa buona, secondo me, che si può usare non solo per chitarre    pero volevo dire prima che hai sudato non inutilmente, e ci sono persone che ancora apprezzano questo anche in questa epoca di macchinari...


Sicuramente anche perchè ho intenzione din fare qualcosa.
Per il russo non so.
ciao
m.
 
Da Macigno Inviato: Mer 18 Gen, 2012 12:58 #10
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

pacoseven ha scritto: 
la stessa questione si può fare ,sempre parlando di chitarre di pregio , (sopratutto acustiche ,nel mio caso)
fra la verniciatura a gommalacca e quella a nitro...
non porta secondo me , nessun cambiamento avvertibile nel timbro dello strumento , però è un di più che a volte si paga anche salato...
come si dice da noi :
"soddisfassion , mai pagà al bisogno "
Trad: le soddisfazioni non si pagano mai abbastanza....
in sostanza : se io avessi le disponibilità economiche e mi facessi fare un'acustica da un liutaio , e questi mi consigliasse la lavorazione a mano e la verniciature a tampone in gommalacca , non mi farei problemi nell'accettare il sovrapprezzo che mi chiederebbe in merito....
(disponibilità che non ho.....per cui il problema non si pone per me....)


Condivisibile, però anche in questo caso si è creata una linea sottile difficile da individuare.
Ad esempio John portava l'esempio di certezza contro rischio mentre in questo caso, tra la gomnmalacca e la vernice nitro la  differenza è impalpabile perchè non esiste una sostanziale differenza se non nel dire:" fatto a gommalacca". Quasi una purezza nello stile e basta.
Altro esempio il jig di cui questo topic ne è intitolato, non inficia la struttura della chitarra che è comunque in legno pregiato ed è fatta sempre da un liutaio, ma va a perfezionare un canale che in verità fatto a mano non tutti saprebbero fare, comunque sempre senza togliere il valore di chi ha operato. Anzi alla fine è molto più bella quella fatta col jig che senza.
Il tempo? Se calcoliamo il tempo con una serie di jig potrei venedere la chitarra ad un prezzo più basso.
ciao
M.
 
Da pacosevenSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Gen, 2012 13:38 #11
 
avatar
HomePage

Registrato: Gennaio 2008

Messaggi: 673

Età: 65

Residenza: blank.gif monti berici

Regione: Veneto

Provincia: Vicenza (VI)

ma infatti ....dare la gommalacca bene non è da tutti e ci vuole molto tempo...dare la nitro a spruzzo è più facile e si fa presto, e magari viene anche meglio ....mi sembra la stessa cosa , con implicazioni ,se non uguali , molto simili...
 
Da grimgorSesso: Uomo Inviato: Mer 18 Gen, 2012 15:51 #12
 
avatar

Registrato: Novembre 2010

Messaggi: 643

Regione: Toscana

Provincia: Lucca (LU)

Dico la mia opinione in 3 parole.

Se hai usato attrezzi elettrici per fare questa chitarra, un attrezzo elettrico in più non inficia il valore pratico/artistico del prodotto. Se invece l'unico oggetto che va a corrente elettrica che hai utilizzato è stata la lampadina per fare luce, allora direi che è meglio lasciar perdere il jig e fare anche questo a mano.


Sono d'accordo con te quando dici che la lucidatura a gommalacca ha senso (per i non esperti) solo per dire la frase "lucidato a gommalacca". Questo però vale anche per l'intera chitarra. Dire "Fatta interamente a mano" o dire "Fatta da un liutaio con l'ausilio di macchinari" non è la stessa cosa e ovviamente avrà due prezzi diversi. Anche perchè uno strumento fatto a mano può essere di qualità straordinaria o di qualità eccellente. Uno strumento fatto con le macchine può variare da un buono ad un eccellente e qualcosina...direi che si paga anche questa differenza...
 
Da francescovSesso: Uomo Inviato: Gio 19 Gen, 2012 11:44 #13
 
avatar

Registrato: Aprile 2011

Messaggi: 35

Età: 43

Regione: Lazio

Provincia: Roma (RM)

Scusate se mi intrometto.

Credo che il fatto di utilizzare macchinari o meno dipenda esclusivamente dalla disponibilità che ogni liutaio ha. Non lo vedo come un problema etico...
Forse conta solo  il risultato finale?
 Ho avuto la fortuna di suonare chitarre acustiche fatte dai migliori liutati a livello internazionale: Collings, Goodall, Lowden... sicuramente lo scasso del binding non lo fanno a mano...
ciao
 
Da Macigno Inviato: Gio 19 Gen, 2012 13:01 #14
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 4159

Età: 63

Residenza: blank.gif

Regione: Abruzzo

Provincia: Chieti (CH)

Si va tutto bene, ma dove sta il limite?

Si comincia con i semilavorati e si va avanti coi jig, se calcoliamo tutta la meccanica si corre il rischio di diventare assemblatori.

Questo è per portare un esempio.
Altra cosiderazione potrebbe essere il jig autocostruito, senza comprare il jig costruito e venduto da altri in maniera commerciale, come dire ognuno fa quello che può a modo suo, l'interessante è il risultato. Senza contare lo scambio d'informazione che attingiamo su internet.

Come nello sport dove sta il limite tra integratore e doping?
Alcuni puristi dicono che persino i gladiatori quando si alimentavano con carne di maiale erano in doping.
Una specie di marchio DOP per poter affermare che questo strumento è uno strumento da liutaio.
Esagero?
Forse si.
ciao
M.
 
Da OleksandrSesso: Uomo Inviato: Gio 19 Gen, 2012 13:31 #15
 
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Ottobre 2011

Messaggi: 1010

Residenza: blank.gif

Regione: Umbria

Provincia: Terni (TR)

Ciao Francesco, non dico niente di contrario è solo che mi piace ragionare….
Hai ragione che nessuno di quelli famosissimi nomi non fa PIU a mano….pero secondo me e una cosa di vendite, una volta fatto un NOME non c'e senso faticare perché non c'e la fanno ad realizzare in tempo ordinazioni che hanno…. Pero per guadagnare quel nome anno faticato abbastanza….
Noi proviamo non pensare ai soldi o alle vendite, solo diciamo se voliamo realizzare per noi… prendiamo un progetto e facciamo 2 uguali chitarre, prima facciamo solo con attrezzi manuali, e seconda con attrezzi  elettrici… non ho fato mai, pero per tempo non guardare, scrivo più o meno, diciamo seconda hai fatto da 2 settimane, e prima era coccolata ogni pezzo, facendo tutto perfetto, mezzo anno…. venuti uguali e suonano uguale…. pero sono sicuro se ti viene qualcuno e dice vendimi quella fatta a mano con un prezzo uguale alla seconda, per qualche sciocchezza, solo in quel momento ti scappa vero apprezzamento alla  lavorazione  fatta a mano))  E questo e importante perché se non apprezziamo noi stessi, nessuno non apprezza di più…..
P.S sono d'accordo che i laboratorio deve essere pieno di più buoni attrezzi e più possibili macchinari, ma pezzi unici possono scappare solo in maniera unica)

____________
___________________________________________________________________
"Quelli che non vogliono imitare nulla, non producono nulla" - Salvador Dalì.

Intaglio legno

 

Vai a 1, 2  Successivo

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo