Launeddas, A Più D'uno Sconosciute...

Da ghisasi, 24 Giu 2015.

Risposte 11, Visite 2917

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 02:30 #1
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

Le Launeddas sono uno strumento polifonico ad ancia costituito da tre canne. Vengono suonate con la tecnica del fiato continuo o respirazione circolare.

La canna più lunga , il tumbu, è  intonata sulla tonica e suona una  nota bassa ( bordone).

Le due canne al canto sono la  mancosa manna e la  mancosedda. Hanno cinque fori ciascuna. Quattro si possono chiudere con le dita di ciascuna mano.

Il foro più in basso, libero, delle canne melodiche è detto arrefinu o pentiadori ed è  intonato su una nota della triade costruita sulla tonica.

Quando i fori sono chiusi dalle dita, l'arrefinu suona insieme con la nota del tumbu. Così si realizzano pause e stacchi  senza interrompere il flusso di aria e il portamento del bordone.

Grazie alla  mancosedda e alla mancosa manna possono essere suonate contemporaneamente due melodie, che possono avere cinque differenti combinazioni di note in scala maggiore.

Con l'uso di queste combinazioni di note in modi differenti si formeranno diversi "cunzertus".

Ogni cunzertu ha un suo nome, per esempio: Mediana, Mediana a pipia, Fiorassiu, Simponia, Fiuda Bagadia, Punt'e'Organu.

Sostanzialmente potremmo assimilarle ad una sorta di cornamusa, in cui però non esiste la sacca, sostituita dal lavoro che fanno le guance e
tutta la cavità orofaringea.

Da notare che le ance, realizzate anch'esse in canna, vengono completamente infilate in bocca, per diversi centimetri.

Essendo inoltre realizzate in canna, sono igroscopiche e richiedono frequenti accordature, che si realizzano variando la quantità e/o la posizione di una piccola porzione di cera d'api deposta sull'ancia stessa.



YouTube Link


http://www.sardegnadigitallibrary.i...&c=4460&id=8571

http://www.launeddasworld.com/launeddas/strumento.php

Domani faccio le foto in dettaglio dell'esemplare in mio possesso e le posto.

A tutti buonanotte, Valter

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 12:17 #2
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17655

Età: 61

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 13:42 #3
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

  vero? Le costruivano e le suonavano i "barbari" nuragici,  secoli A.C.

Mi vien logico pensare che in quell'era non fossero certo accordate secondo il "clavicembalo ben temperato" ma piuttosto fossero in qualche scala Lidia, Frigia, o Tetracordo greco. Però in verità non lo so.

Ecco le mie :  

 laun1_arca

 laun4_arca

 laun3_arca

 laun2_arca


A nor bìdere (arrivederci, in nuorese), Auf wiedersehen, Valter

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 
Da recupero-energeticoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 13:47 #4
 
avatar

Registrato: Gennaio 2015

Messaggi: 483

Età: 67

Regione: Sicilia

Provincia: Trapani (TP)

Lo sapevo...
lo sapeeeeeeevoo! Lo sapevo che era tutta una questione di "canne"    (       )


f.sco

____________
Volli, sempre volli, fortissimamente volli! ( Vittorio Alfieri ed io pure )...

 
Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 13:56 #5
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

recupero-energetico ha scritto: 
Lo sapevo...
lo sapeeeeeeevoo! Lo sapevo che era tutta una questione di "canne"    (       )


f.sco




 shhh

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 
Da tizianaSesso: Donna Inviato: Mer 24 Giu, 2015 14:38 #6
 
avatar

Registrato: Dicembre 2008

Messaggi: 2505

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Torino (TO)

Che non è poi il flauto di Pan vero?
Pazzesco! Credo sia difficilissimo suonarle! Ma i giovani si applicano in tal senso oppure è un genere di musica che va perdendosi?
Te lo chiedo perché ho un nipote che suona la "ciaramedda" in quel di Salerno, ormai solo più nelle novene e nel periodo natalizio..nuove leve non ce ne sono e la tradizione va morendo, purtroppo
 
Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 14:59 #7
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

tiziana ha scritto: 
Che non è poi il flauto di Pan vero?
Pazzesco! Credo sia difficilissimo suonarle! Ma i giovani si applicano in tal senso oppure è un genere di musica che va perdendosi?
Te lo chiedo perché ho un nipote che suona la "ciaramedda" in quel di Salerno, ormai solo più nelle novene e nel periodo natalizio..nuove leve non ce ne sono e la tradizione va morendo, purtroppo



Ciao Tiziana, nooo!!! il flauto di Pan NON è uno strumento ad ance, ma a colonna d'aria.
Suonare le Launeddas è molto difficile, appunto per la necessità della "circolazione".
Fortunatamente è stata fondata una scuola privata con varie sedi in prov. di CA,  vi sono diversi allievi, e ormai molti hanno raggiunto la maturità strumentale. C'è un incentivo in tal senso, dato dall'interesse dell'amm.ne regionale al mantenimento delle tradizioni, con la conseguente prospettiva per i suonatori di poter girare l'intero mondo in occasione di concerti etnici internazionali ed eventi varii.
Io stesso ne ho ripreso diversi a Charleroi e a Bruxelles, ma anche presso il circolo dei sardi a Torino e a quello di fronte alla Scala a Milano...

La ciaramedda è della stessa famiglia, ad ance, ma non richiede quella sofisticata tecnica di respirazione. E' comunque un bello strumento, dai bellissimi timbri.
Così come è bella Salerno, specie nei suoi giardini (es. Minerva), se ben mantenuti  

Augh, ghisasi ha detto!

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 
Da amedeoSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 15:15 #8
Capitano
Capitano
avatar
HomePageGalleria Personale

Registrato: Dicembre 2007

Messaggi: 17655

Età: 61

Residenza: italia.png Dolzago LC

Regione: Lombardia

Provincia: Lecco (LC)

ghisasi ha scritto: 

Suonare le Launeddas è molto difficile, appunto per la necessità della "circolazione".


Però viene utile quando si affronta l'etilometro.

____________
Amedeo

"Se riesco a pensarlo, qualche volta riesco anche a farlo".

 
Da tizianaSesso: Donna Inviato: Mer 24 Giu, 2015 15:48 #9
 
avatar

Registrato: Dicembre 2008

Messaggi: 2505

Residenza: italia.png

Regione: Piemonte

Provincia: Torino (TO)

Incentivare le tradizioni è avere un occhio di riguardo e di amore per la propria terra, complimenti alla vs amministrazione!
Bella sì Salerno, mi piace il lungomare e via dei mercanti, ma la mia passione è Napoli con tutte le sue contraddizioni e la sua storia..
 
Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mer 24 Giu, 2015 15:55 #10
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

tiziana ha scritto: 
Incentivare le tradizioni è avere un occhio di riguardo e di amore per la propria terra, complimenti alla vs amministrazione!
Bella sì Salerno, mi piace il lungomare e via dei mercanti, ma la mia passione è Napoli con tutte le sue contraddizioni e la sua storia..


... e i quaqquaraqquà  

Bbbona 'a pummarola n'goppa !

Bbooona 'a pastiera!

Napoli è una favola, e Torre del greco e... ischia e....

Però anche Maratea, Potenza...

di Salerno conoscevo alcuni bravi sassofonisti/trombettisti Jazzisti.. molto bravi

____________________

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 
Da eonnisSesso: Uomo Inviato: Mer 13 Apr, 2016 14:12 #11
 
avatar

Registrato: Febbraio 2016

Messaggi: 2

Età: 45

Residenza: italia.png Collinas

Regione: Sardegna

Provincia: Medio Campidano (VS)

Salve, bellu cunzertu, strumento ben rifinito, sembra della scuola del Sarrabus.
Costruttore?
 
Da ghisasiSesso: Uomo Inviato: Mar 03 Mag, 2016 13:03 #12
 
avatar

Registrato: Mag 2015

Messaggi: 1412

Età: 63

Residenza: blank.gif Sassari

Regione: Sardegna

Provincia: Sassari (SS)

eonnis ha scritto: 
Salve, bellu cunzertu, strumento ben rifinito, sembra della scuola del Sarrabus.
Costruttore?


Scusando il ritardo nella risposta -ero assente- si, sono della scuola del sarrabus e precisamente sono state costruite a San Vito da Melis (credo che ora sia morto), il fornitore di Launeddas di mio prozio Luigi Lai.

V

____________
Mutiamo tutti, da un giorno all'altro, per lente e inconsapevoli evoluzioni, vinti da quella legge ineluttabile del tempo che oggi finisce di cancellare ciò che ieri aveva scritto nelle misteriose tavole del cuore umano. (G.Deledda)

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo