Restauro Giradischi Anni 70

Da maxpina, 27 Feb 2019.

Risposte 13, Visite 1160

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 10:21 #1
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

Un saluto a tutto il gruppo, approfitto di questo mio primo post per salutarvi e ringraziarvi in anticipo di tutte quelle informazioni che mi preziosamente mi darete ....
Vi informo che sono un novellino, ho bisogno di imparare le basi e forse parto da un progetto troppo difficile ... forse, ma con il vostro aiuto non lo sarà    
Sono un appassionato di vinili, di hifi vintage e ho deciso di restaurare un giradischi degli anni 70 un Lenco L75 che vi allego immagine del modello originale, ho deciso di sostituire il plinth (la base) che era costituita da quattro paretine di truciolare rivestito con melamminico con qualcosa di più prezioso, più precisamente sono partito da 3 tavole di Niangoon ( mogano africano) le ho lavorate alla fresa CNC  (ne abbiamo una dove lavoro a scuola), incollate …. Ecco ora arriva il bello dove voi spero mi aiuterete, pensavo di effettuare la tintura con rolla (mordente mi pare si chiami) di noce o mogano in polvere e successivamente usare la cera d’api come finitura semilucida, ho visto tanti tutorial su internet ma ho ancora molti dubbi su preparazioni dei materiali, uso, tempi di asciugatura, levigatura tra le varie fasi e finitura, insomma ho bisogno di una vera mano e sono convinto che qui troverò le persone giuste.
Grazie ancora di tutto ..
Max

il materiale prima della lavorazione a CNC
img_20190217_131115_1

Il plinth lavorato da rifinire nelle angolature , da tingere e lucidare
img_20190220_192738_1
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 10:50 #2
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 15426

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Ciao, forse ti sarà sfuggito che è buona norma fare una piccola presentazione di se nell'apposita sezione prima di cominciare a postare. Riteniamo che sia un modo simpatico ed educato per rompere il ghiaccio e cominciare a farsi conoscere dagli altri Utenti.
Grazie per l'attenzione.

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da GioVa Inviato: Mer 27 Feb, 2019 10:51 #3
 
avatar

Registrato: Agosto 2010

Messaggi: 4665

Residenza: blank.gif

Regione: Piemonte

Provincia: Alessandria (AL)

e' un basamento bello robusto complimenti piu' che un restauro  mi sembra una ricostruzione a nuovo  
 
Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 11:48 #4
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

Lapin ha scritto: 
Ciao, forse ti sarà sfuggito che è buona norma fare una piccola presentazione di se nell'apposita sezione prima di cominciare a postare. Riteniamo che sia un modo simpatico ed educato per rompere il ghiaccio e cominciare a farsi conoscere dagli altri Utenti.
Grazie per l'attenzione.

Mi scuso immensamente,   intanto mi sono presentato ...
Grazie

Ultima modifica di maxpina il Mer 27 Feb, 2019 11:51, modificato 2 volte in totale

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 13:16 #5
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 15426

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Mi fai venire in mente che io ho avuto l'L 78
Il legno è molto bello. Se hai qualche pezzo di scarto prova a fare delle cose diverse e poi scegli come operare.
Io un legno così non lo tingerei con il mordente ma lo lascerei al naturale dandogli solo dell'olio, almeno un paio di mani. Poi magari una passata con la cera non guasterebbe.

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 14:47 #6
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

lapin ha scritto: 
Mi fai venire in mente che io ho avuto l'L 78
Il legno è molto bello. Se hai qualche pezzo di scarto prova a fare delle cose diverse e poi scegli come operare.
Io un legno così non lo tingerei con il mordente ma lo lascerei al naturale dandogli solo dell'olio, almeno un paio di mani. Poi magari una passata con la cera non guasterebbe.
eh in effetti non sarebbe una brutta idea, si questa sera passo dal falegname a prendermi dei pezzi da fare delle prove , mi indicheresti qualche tipo di olio usuresti ?
Grazie
 
Da carpenterSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 20:45 #7
 
avatar

Registrato: Gennaio 2010

Messaggi: 2341

Età: 65

Residenza: blank.gif San Ginesio MC-Fraz Morico

Regione: Marche

Provincia: Macerata (MC)

come inizio non sembra male...   
adesso è venuto di moda far rinascere i giradischi con il rifacimento integrale del
basamento in massello, cosa che anche gli apparecchi di pregio non avevano...
chi lo fa per terzi chiede cifre secondo me folli, nel tuo caso facendolo da te
credo che sia un lavoro relativamente economico e di soddisfazione...   
seguo...

____________
ciao
Tonino

 
Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Mer 27 Feb, 2019 22:06 #8
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

carpenter ha scritto: 
come inizio non sembra male...   
adesso è venuto di moda far rinascere i giradischi con il rifacimento integrale del
basamento in massello, cosa che anche gli apparecchi di pregio non avevano...
chi lo fa per terzi chiede cifre secondo me folli, nel tuo caso facendolo da te
credo che sia un lavoro relativamente economico e di soddisfazione...   
seguo...

Diciamo che avendo a disposizione la fresa a controllo dovrò sdebitarmi solo con il mio collega, magari una bella cena !!,si in rete ci sono prezzi folli, vi terrò informati degli sviluppi...
 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Gio 28 Feb, 2019 00:10 #9
 
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 1181

Età: 59

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Molti anni fa mi cimentai anch'io in qualcosa di simile, feci però diversi strati in truciolare con le varie forature e poi impiallacciai il tutto con del palissandro finito a flatting satinato; all'epoca non disponevo delle attrezzature odierne e quindi feci tutto a mano.
Detto questo vedrei bene una finitura a mezza cera, ovvero n mani di gommalacca spagliettata e ceratura finale, proteggeresti adeguatamente il manufatto ed esalteresti le belle venature di quella essenza.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da PaquitoSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 20:02 #10
 
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2008

Messaggi: 6044

Età: 59

Residenza: blank.gif Scafati

Regione: Campania

Provincia: Salerno (SA)

Son d'accordo con incisore, hai fatto un ottimo lavoro, una cosa ho da chiederti: i piedini a molla (quelli di cui è dotato il giradischi in questione) li metterai?

____________
Ciao, Pasquale.
Molto spesso è salutare e distensivo provarci si spera qualche volta riuscirci.

 
Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Sab 02 Mar, 2019 20:32 #11
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

@paquito no assolutamente, il giradischi poggera sul plinth dove andrò ad inserire una guarnizione in gomma di tipo quadro 8x8 mm poi viene agganciato con tiranti e imbullonato sul fondo in modo tale da cercare di eliminare ogni vibrazione, il sistema con le molle originali non è un granché (detto dai superprof)
 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 18:28 #12
 
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 1181

Età: 59

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Il problema di quel tipo di giradischi è la vibrazione indotta per risonanza, onestamente dubito che la semplice guarnizione possa eliminarla, meglio sarebbe ideare dei supporti tipo silent-block.
Le molle originali erano abbastanza morbide proprio per questo scopo, i tecnici Lenco avevano ideato un ottimo compromesso per rendere stabile il sistema, la trasmissione a puleggia e non a cinghia richiedeva un piatto rotante molto pesante e ben equilibrato affinché fosse stabile, allo stesso tempo isolando la struttura con delle semplici molle interposte a piedini di gomma riuscirono a svolgere molto bene il compito, tale sistema è stato usato da tutti i costruttori, naturalmente i sistemi a trazione diretta non soffrono di questo problema in quanto avendo il piatto calettato direttamente sull'albero motore, non hanno praticamente organi che possono captare e trasmettere le vibrazioni al piatto.

Non dimentichiamoci che l'L75/78 è stato all'epoca il piatto più usato nelle radio e nelle discoteche proprio per le sue peculiari caratteristiche.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 19:20 #13
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 15426

Età: 64

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

incisore ha scritto: 
Il problema di quel tipo di giradischi è la vibrazione indotta per risonanza, onestamente dubito che la semplice guarnizione possa eliminarla, meglio sarebbe ideare dei supporti tipo silent-block.
Le molle originali erano abbastanza morbide proprio per questo scopo, i tecnici Lenco avevano ideato un ottimo compromesso per rendere stabile il sistema, la trasmissione a puleggia e non a cinghia richiedeva un piatto rotante molto pesante e ben equilibrato affinché fosse stabile, allo stesso tempo isolando la struttura con delle semplici molle interposte a piedini di gomma riuscirono a svolgere molto bene il compito, tale sistema è stato usato da tutti i costruttori, naturalmente i sistemi a trazione diretta non soffrono di questo problema in quanto avendo il piatto calettato direttamente sull'albero motore, non hanno praticamente organi che possono captare e trasmettere le vibrazioni al piatto.

Non dimentichiamoci che l'L75/78 è stato all'epoca il piatto più usato nelle radio e nelle discoteche proprio per le sue peculiari caratteristiche.


Eh me lo ricordo si... eravamo andati a Milano con un amico, lui ha preso l'L 75 ed io l'L78, mi ricordo di averlo pagato 100.000 Lire, seconda metà degli anni '70  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Do not look in mouth to given horse

 
Da maxpinaSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Mar, 2019 19:37 #14
 
avatar

Registrato: Febbraio 2019

Messaggi: 7

Età: 54

Regione: Piemonte

Provincia: Cuneo (CN)

incisore ha scritto: 
Il problema di quel tipo di giradischi è la vibrazione indotta per risonanza, onestamente dubito che la semplice guarnizione possa eliminarla, meglio sarebbe ideare dei supporti tipo silent-block.
Le molle originali erano abbastanza morbide proprio per questo scopo, i tecnici Lenco avevano ideato un ottimo compromesso per rendere stabile il sistema, la trasmissione a puleggia e non a cinghia richiedeva un piatto rotante molto pesante e ben equilibrato affinché fosse stabile, allo stesso tempo isolando la struttura con delle semplici molle interposte a piedini di gomma riuscirono a svolgere molto bene il compito, tale sistema è stato usato da tutti i costruttori, naturalmente i sistemi a trazione diretta non soffrono di questo problema in quanto avendo il piatto calettato direttamente sull'albero motore, non hanno praticamente organi che possono captare e trasmettere le vibrazioni al piatto.

Non dimentichiamoci che l'L75/78 è stato all'epoca il piatto più usato nelle radio e nelle discoteche proprio per le sue peculiari caratteristiche.

Se vai qui ne parlano tutti poco bene di quelle molle, e chi sostituisce il plinth non le mette più ... a favore di altri sistemi, mi è stato consigliato di procedere così, vediamo spero che funzioni ...
 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo