Banco Sega, Ennesima Domanda

Da Moxmose, 01 Set 2017.

Risposte 12, Visite 820

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo

 

Da MoxmoseSesso: Uomo Inviato: Ven 01 Set, 2017 17:24 #1
 
avatar

Registrato: Gennaio 2015

Messaggi: 25

Età: 41

Regione: Sardegna

Provincia: Cagliari (CA)

Buongiorno a tutti gli amici del forum!
Ultimamente sono stato piuttosto distante dal forum (salute lavoro ed altri impegni), magari ora riesco a riprendermi e recuperare un poco, abbiate pietà di me per la mia latitanza.

Ho da sottoporre alle vostre menti dotte il seguente problema da hobbista, da leggersi più come richiesta di un consiglio generico che come richiesta precisa.

Preambolo: il mio banchetto sega ogni tanto fuma e si sente odore di plastica che ribolle, credo stia tirando le cuoia.
Pre-preambolo: il mio banchetto sega è un Rioby con piano in lamiera da circa 1800/2000W dichiarati, di quelli da brico. Il suo lavoro lo ha fatto quindi non mi lamento della durata (avrà una decina di anni), ma in particolare lo ha fatto grossolanamente: il disco rispetto al banco l'ho raddrizzato inserendo spessori di carta alluminio sotto i bulloni che staffano il motore, ho fatto pure un banchetto per “squadrare” creando delle guide a T in legno, ma anche se ne ho tirato fuori per esempio 4 sgabelli ed po di altri tenoni, il suo lavoro è ed è sempre stato sporco (leggesi: piano non piano, lama che sobbalza (e che quindi non è possibile regolare in altezza in modo soddisfacente), tagli sporchi, guida laterale che tra una lamiera e l'altra deve essere spessorata altrimenti cambia direzione, cave delle T non tanto parallele e dritte, ecc, ecc). Insomma, dopo il banco viene necessariamente o lo scalpello o un segaccio o la fresa o la pialletta (f/s ehinell o ultimamente pure quella manuale).

Adesso che il momento del cambio si avvicina sempre più, rimpallo tra due estremi. Vorrei migliorare naturalmente: tagli più puliti e precisi, per fare un 90 a 90, e per saltare ogni tanto la pialla ed il segaccio per ripassare un altra volta. E magari se mi capita un qualcosa di più delicato (truciolato) vorrei tagliarlo senza dovere ricostruirlo dalle briciole.
Diciamo che “lavoreggio” solo abete (non trovo altro), quindi non credo sia tanto una questione di potenza.

Il mio discorso è il seguente: come fresatrice ho avuto inizialmente una Valex, poi Bosch POF1200, ora ho anche una Freud Diablo. In questo senso, visto che è la macchina più precisa di cui dispongo e che nel bene o nel male uso più spesso, ho investito. Dopo tanto tempo, sono arrivato alla conclusione che anche la Bosch lavora bene: ho una fresetta (santa) della CMT con i taglienti doppi e ritorti che anche con la macchina da 1200W mi permette di fare tanti lavori su abete che con la frese a taglienti mi escono sfilati e spaccati, anche se con il fresone Diablo si limitano i difetti (ma non spariscono) e con quello, visto che lo ho preso, ci ho fatto pure sportellini con il kit frese apposito, ecc ecc.
Nel frattempo le mie due troncatrici radiali da brico ed il seghetto a nastro li ho parcheggiati: inizialmente erano pensati per fare lavori tipo tenoni.... ma lasciamo perdere, hanno lavorato pure loro ma il taglio di fino non centra nulla con loro.

Arriviamo al banco sega:
opzione 1: andare su un banco della Ehinell (o Parkside). Non credo che peggiorerei la mia situazione, ma non credo che migliorerei di molto qualcosa.
Opzione 2: Bosch PT10 a meno di 400 Euro
Opzione 3: Makita MLT 100 a circa 500 Euro
Opzione 4: Bosch G a oltre 800/900 Euro

Dalle opinioni che mi sono fatto leggendo e vedendo recensioni:
- con il Bosch serie blu risolverei definitivamente, ma non potendomelo permettere ripiegherò sul banchetto economico (magari con piano in alluminio se ci arrivo).
- con il Bosch verde ed il Makita ci sono un sacco di cose da regolare poi la macchina va bene. Si, ma quanto bene? Ecco.... Non potendole vedere o provare è questo che non capisco e non riesco a valutare. C'è chi dice risparmia i soldi fino al blu, c'è chi dice di andare direttamente su un Ehinell che tanto il carrello a squadrare della PT e della ML sono solo prese in giro ed alla fine ci fai le stesse cose, ecc.
Chi ha avuto modo di usare queste macchine (o similari) cosa ne pensa? Il taglio su abete sarà pulito o sempre da rifilare? Si riesce a sezionare una tavola di abete tipo 100x30x2000 in 3 listelli senza dovere buttare via i primi e gli ultimi 20 cm  e doverne fresare/piallare non meno di 3mm per parte (e quindi dal 100x30 si ottengono solo 2 listelli da 30, non 3!)
Di video ne ho visti (non sulla Ehinell, ma non mi aspetto molto di più del mio caro barattolo) e sono conscio di difetti e limiti della Bosch e della Makita, ma sulla qualità del taglio non ho assolutamente le idee chiare...
 
Da nortisSesso: Uomo Inviato: Dom 03 Set, 2017 14:59 #2
 
avatar

Registrato: Mag 2016

Messaggi: 7

Età: 30

Residenza: blank.gif

Regione: Friuli - Venezia Giulia

Provincia: Udine (UD)

visto che quello che hai ora non è ancora morto, io dedicherei del tempo e pazienza alla ricerca di una ghisona usata. Potresti portarti a casa belle macchine con il budget della verde, o intere combinate con il budget della blu
 
Da miboSesso: Uomo Inviato: Lun 11 Set, 2017 16:22 #3
 
avatar

Registrato: Aprile 2015

Messaggi: 46

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Modena (MO)

hpim0099_1505139547_571860  hpim0102_1505139556_996510
Io ho deciso di farmene uno scopiazzando spudoratamente dalla rete e seppur non è ancora ultimato ed è appoggiato semplicemente su due cavalletti già lo apprezzo tanto da consigliare l'opzione autocostruzione.
 
Da kojakSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 14:35 #4
 
avatar

Registrato: Settembre 2017

Messaggi: 9

Età: 57

Regione: Lazio

Provincia: Frosinone (FR)

Ciao io ho la tua stessa esigenza,e dopo aver visto vari tutorial sui banchi sega
mi sono convinto che se vuoi ottenere degli ottimi risultati devi optare per macchine professionali
e lasciar perdere la fascia hobbystica.
 
Da MastrociliegiaSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 18:36 #5
 
avatar

Registrato: Febbraio 2017

Messaggi: 296

Età: 62

Residenza: france.png

Regione: Stato Estero

Provincia: -

kojak ha scritto: 
Ciao io ho la tua stessa esigenza,e dopo aver visto vari tutorial sui banchi sega
mi sono convinto che se vuoi ottenere degli ottimi risultati devi optare per macchine professionali
e lasciar perdere la fascia hobbystica.


per esempio?
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 19:23 #6
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11882

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

kojak ha scritto: 
Ciao io ho la tua stessa esigenza,e dopo aver visto vari tutorial sui banchi sega
mi sono convinto che se vuoi ottenere degli ottimi risultati devi optare per macchine professionali
e lasciar perdere la fascia hobbystica.


Non è solo questione di volere o non volere ottenere ottimi risultati, ci sono di mezzo anche cose importanti come i soldi per esempio   e non è detto che tutti si possano concedere certi "lussi" se vogliamo chiamarli così. Io anzi ammiro smisuratamente le persone che riescono a fare cose accettabili con macchine scarsette o giù di lì. E poi qualsiasi macchina hobbistica può essere migliorata con un po' di ingegno ma non si può pretendere che lo si faccia da subito. Bisogna cominciare a capirne il funzionamento e le possibili potenzialità intrinseche. Se ad un neofita si prende ad insinuare il dubbio che il suo approccio sia sbagliato ancora prima di cominciare non gli si rende un grande servizio, va solo incoraggiato ad osare. Se uno vuole incominciare con una macchina hobbistica non gli dirò mai che sta sbagliando ma solamente di valutare bene il suo acquisto prima di farlo e poi comunque la scelta sarebbe solo sua ci mancherebbe. E poi consiglierei sempre l'autocostruzione che è una palestra di vita.    

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da incisoreSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 22:07 #7
 
avatar
HomePage

Registrato: Luglio 2015

Messaggi: 730

Età: 58

Residenza: italia.png Selvazzano Dentro

Regione: Veneto

Provincia: Padova (PD)

Ti dirò, io ho il Makita, a cui sono arrivato dopo un Ehinell e una  circolare sotto un banchetto Wolfcraft, dal punto di vista della precisione non ho notato grandi differenze, nel senso che comunque l'esperienza acquisita nel tempo mi consente di ottenere la precisione richiesta,invece le differenze le ho nella praticità di utilizzo, più facile il puntamento e il mantenimento della quota.
La considero una ottima macchina nella sua fascia di prezzo, forse la migliore.
Anche le macchine più blasonate, ed io sono un grande fan della minimaxt, hanno i loro punti deboli ( vero Giuseppe?), Quindi compriamo in base alle ns esigenze tenendo conto che comunque qualcosa dovremo aggiustare per ottenere il meglio, l' importante è divertirsi.

____________
Dai diamanti non nasce niente.
www.fosluce.it

Ultima modifica di incisore il Gio 05 Ott, 2017 23:57, modificato 1 volta in totale

 
Da kojakSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 22:25 #8
 
avatar

Registrato: Settembre 2017

Messaggi: 9

Età: 57

Regione: Lazio

Provincia: Frosinone (FR)

Mastrociliegia ha scritto: 
kojak ha scritto: 
Ciao io ho la tua stessa esigenza,e dopo aver visto vari tutorial sui banchi sega
mi sono convinto che se vuoi ottenere degli ottimi risultati devi optare per macchine professionali
e lasciar perdere la fascia hobbystica.


per esempio?


A me piacerebbe questo;
https://www.youtube.com/watch?v=BoCdPmMJOgg
 
Da bafmanSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 22:43 #9
 
avatar

Registrato: Febbraio 2015

Messaggi: 248

Residenza: blank.gif

Regione: Emilia Romagna

Provincia: Modena (MO)

kojak ha scritto: 
Mastrociliegia ha scritto: 
kojak ha scritto: 
Ciao io ho la tua stessa esigenza,e dopo aver visto vari tutorial sui banchi sega
mi sono convinto che se vuoi ottenere degli ottimi risultati devi optare per macchine professionali
e lasciar perdere la fascia hobbystica.


per esempio?


A me piacerebbe questo;
https://www.youtube.com/watch?v=BoCdPmMJOgg

LOL.
non dubito del banchetto Metabo, ma quell'affermazione perentoria mi ha fatto pensare che il tuo link puntasse a giocattoli del genere: https://m.youtube.com/watch?v=MT8Yo4GGv2E

____________
Alberto
http://pensierifotografici.wordpress.com/

 
Da MastrociliegiaSesso: Uomo Inviato: Gio 05 Ott, 2017 23:33 #10
 
avatar

Registrato: Febbraio 2017

Messaggi: 296

Età: 62

Residenza: france.png

Regione: Stato Estero

Provincia: -

  anch'io pensavo a qualcosa del genere. Il banco Metabo a mio avviso é un buon banchetto per piccoli cantieri, ma resta un semi professionale. Se vuoi più precisione e robustezza "tedesca" prova a vedere da Festool (ma i prezzi non sono gli stessi!)
 
Da kojakSesso: Uomo Inviato: Ven 06 Ott, 2017 19:02 #11
 
avatar

Registrato: Settembre 2017

Messaggi: 9

Età: 57

Regione: Lazio

Provincia: Frosinone (FR)

Prima di ogni acquisto bisogna chiedersi
1-cosa voglio realizzare?
2-con quanta precisione?
3-quanto voglio spendere?
4-Di Quanto spazio dispongo?

Se il budget sarà limitato,andrà a detrimento della precisione e della finitura finale e bisognerà
accontentarsi
Tra una fresetta economica Black&Deker,una Fesstool,ed una Toupie da migliaia di euro c'è una bella differenza lo stesso dicasi per il banco sega.
 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Ven 06 Ott, 2017 19:15 #12
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11882

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

kojak ha scritto: 
Prima di ogni acquisto bisogna chiedersi
1-cosa voglio realizzare?
2-con quanta precisione?
3-quanto voglio spendere?
4-Di Quanto spazio dispongo?

Se il budget sarà limitato,andrà a detrimento della precisione e della finitura finale e bisognerà
accontentarsi
Tra una fresetta economica Black&Deker,una Fesstool,ed una Toupie da migliaia di euro c'è una bella differenza lo stesso dicasi per il banco sega.


Io queste domande non me le sono mai fatte  
ho autocostruito ed usato catorci ma non mi pento assolutamente di tutto ciò che ho fatto ed usato.
L'hobbismo è anche improvvisazione e sensazioni a fior di pelle. Un acquisto perfetto non esisterà mai a meno di essere figlio di Berlusconi. A chi chiede consigli posso solo dire fa come ti suggerisce il cuore e stop. Non c'è niente di più importante del cuore  

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 
Da lapinSesso: Uomo Inviato: Sab 07 Ott, 2017 08:29 #13
Ufficiale di bordo
Ufficiale di bordo
avatar
Galleria Personale

Registrato: Marzo 2013

Messaggi: 11882

Età: 62

Residenza: italia.png Seregno

Regione: Lombardia

Provincia: Monza e della Brianza (MB)

Se tu non dovessi trovare un usato interessante e s ele tue pretese non fossero più "pretenziose"   potresti ripiegare su questa piccola ma versatile combinata. E' una macchina che ho avuto (rivenduta con grande facilità) e mi ha dato diverse soddisfazioni. Ritengo che per un principiante sia veramente un'ottima entry level.

https://www.dmitaliasrl.com/it/comb...osmos-elite.php

____________
Giuseppe.

Yorkshire's proverb:

Over the bench the goat lives
under the bench the goat dies

 

Precedente Argomenti Recenti Download Discussione Versione Stampabile Segnala via email Successivo