Amanuensi - Costruzione Di Una Smoother In Legno

I Tutorials dell'Arca - L'Arte degli Amanuensi

Info generali

Autore : Whybob71 (Roberto Bianco)
Data : 11/01/2010

Introduzione

Realizzare una pialla in legno ci consente di misurare la nostra abilità manuale ed in poche ore di ottenere un utensile quanto mai utile.

Vediamo come costruire una piccola pialla per spianare (smoother) utilizzando materiale di facile reperibilità, in particolare una lama per pialle in legno (in questo caso una TwoCherries larga 46 mm).

Per il corpo della pialla utilizzate del legno duro e ben stagionato (ulivo, rovere, acero, faggio, etc); se disponete di qualche essenza esotica particolarmente dura, potete usarla per realizzare una suoletta da applicare ad una essenza di vostro gradimento.[/align]

Procedura

In questo caso ho utilizzato del faggio ed una suoletta di bubinga, legno particolarmente duro, resistente e dalla tessitura compatta.

In commercio, soprattutto nei brico, potrete trovare anche dei pezzi di faggio già a misura, ma che andranno comunque lavorati e squadrati con estrema precisione.

Selezionate un pezzo di legno con fibre dritte e parallele. La suoletta può essere tranquillamente incollata senza bisogno di alcun incastro, avendo ovviamente l’accortezza di incollare le fibre lungovena.

album_pic


Le dimensioni sono di circa 23 cm di lunghezza per circa 75 mm di lato, e la suoletta di bubinga è di circa 7 mm. di spessore.

Partite da un pezzo che abbia tutti i lati perfettamente a squadra e il cui lato sia di circa 28-30 mm. maggiore della larghezza della lama.

Realizzate dei fori col trapano a colonna per una profondità di circa 20 mm agli angoli del pezzo.

album_pic



Con la sega a nastro tagliate le due guance del pezzo, per uno spessore di circa 10 mm.

album_pic



Con la troncatrice, o la sega da banco, tagliate il solo pezzo centrale in modo tale da avere un pezzo (quello a sinistra della foto) con la base di circa 14 cm. ed un angolo compreso tra 45° e 60° (in questo caso 50°), ed un pezzo (quello a destra nella foto) con la base di circa 8 cm. con un angolo di 55°.

album_pic



E’ assolutamente cruciale che il primo pezzo (quello con la base più lunga e che fungerà da parte posteriore della pialla) abbia la rampa dell’angolo perfettamente a squadra con i fianchi per tutta la sua lunghezza.

Controllate con cura mediante l'uso di una squadra di precisione

album_pic



e correggete, eventualmente, con una pialla a mano.

Riportate su una guancia, con una matita a punta fine, lo spessore del pezzo e della piastra di bloccaggio (che realizzeremo in ottone, ma può essere anche fatta in legno)

album_pic


e del perno di leva della piastra di bloccaggio

album_pic


realizzato con un tondino di ottone del diametro di 9 mm.

Posizionate la rampa posteriore (quella su cui alloggerà la lama) e quella anteriore in modo tale che la lama, poggiata sulla rampa posteriore, urti quella anteriore: la lama non deve sporgere dalla suola della pialla ma rimanere al di sopra di 1-2 mm.
Questo aspetto è di cruciale importanza per le fasi successive.

Usate delle spine di legno da 6 mm da inserire nei fori che avete fatto all’inizio nel pezzo di legno per posizionare ogni volta i pezzi per le misurazioni.

Forate la guancia col trapano a colonna con una punta da 9 mm dove andrà posizionato il perno di leva (posizionatelo a circa 25 mm dalla base della pialla e a metà tra le due rampe, anteriore e posteriore)

album_pic



Incollate la rampa posteriore, quella anteriore, le due guance, utilizzando i fori e le spine di legno per posizionare i pezzi

album_pic



Mentre la colla fa presa, potete lavorare sulla piastra di bloccaggio (lever cap).

Partite da un pezzo di ottone (o legno duro) di 45 mm di larghezza, spessore 10 mm e lungo circa 65 mm.
Forate e filettate un foro M10 ad una estremità

album_pic



Con l’aiuto di lime di varia forma e grana date forma al lever cap

album_pic



Come vite di bloccaggio, usate un perno esagonale in ottone M10, cui avrete arrotondato la testa (basta stringerlo nel trapano a colonna e con una lima piatta smussare gli angoli della testa esagonale).

All'estremità filettata del perno fate un foro in testa e filettate M4.

Forate una moneta da 10 cent di euro al centro con un foro da 4 mm., ed avvitatela alla estremità filettata del perno

album_pic


Prima di avvitare la monetina al perno, arrotondate l’estremità filettata dello stesso e non stringete la vitina M4, in modo che la moneta possa basculare leggermente.

Con una lima tonda create l’alloggiamento per il perno di leva a circa 15 mm dall’estremità anteriore del lever cap

album_pic



Una volta indurita la colla, pareggiate le spine di faggio con un pialletto o uno scalpello da pareggio

album_pic


Quindi col trapano a colonna forate l’altra guancia della pialla, usando il primo foro del perno di leva che avete fatto all’inizio come guida per la punta da 9 mm.

album_pic


Inserite il perno di leva tagliato in modo tale che sia di circa 1 mm in eccesso di lunghezza.

album_pic



Inserite la lama e serrate il lever cap.

Passate la suola sulla pialla a filo (anche se il lever cap è serrato e la lama ovviamente in posizione rialzate, tenete la lama con le dita, per evitare che le vibrazioni della pialla a filo possano sganciare la lama, creando una situazione pericolosa!!).

album_pic


Con la matita riportate la sagoma della pialla, la cui parte posteriore dovrà essere concepita in modo confortevole per il palmo della mano

album_pic



Con la sega a nastro ritagliate seguendo il disegno

album_pic



Con lime, raspe e vastringa sagomate il corpo pialla

album_pic


album_pic



Inserite il perno di leva in ottone e premendo con il dito levigatene le due estremità a filo dei fianchi

album_pic


album_pic



Ora la parte più importante: con una lima piatta allargate la bocca della pialla

album_pic



E’ cruciale agire solo sulla parte anteriore della bocca e con passate leggere: la lama dovrà sporgere appena e la luce tra la lama e la parte antiore della bocca dovrà essere minima, appena più di un sottilissimo truciolo!

Tagliate la lama alla lunghezza desiderata e affilatela smussando gli angoli

album_pic



Finite la pialla con gommalacca e cera

album_pic



Per facilitare l’azione applicate un pochino di cera sulla suola ogni volta che usate la pialla, il che vi garantirà trucioli larghi e sottili.

Note Finali

La pialla realizzata è stata concepita per un ferro nato per le comuni pialle in legno usate dalla tradizione della falegnameria italiana; nulla vieta di poter utilizzare lo stesso tipo di lama ma con il controferro o una lama piena: in questo caso la vite di serraggio del lever cap potrà essere semplice (ossia senza l’aggiunta della moneta).

Lo stesso lever cap potrà essere realizzato in legno duro, con o senza vite di serraggio (in quest’ultimo caso va conformato come un cuneo).

La regolazione della lama va effettuata in ogni caso a mano mediante un piccolo martelletto, operazione tutt’altro che complicata e che, una volta imparata, non vi farà rimpiangere le pialle dotate di sistema di regolazione di profondità della lama.

Per approfondire l'argomento vi segnalo il libro di David Fink (Making and Mastering wood planes) ed il suo ultimo articolo sul numero 196 di Fine Woodworking.

album_pic

Visitatore - Lun 11 Gen, 2010 18:39 Stampa l'argomento Segnala via email l'argomento

 

Tutti i contenuti di questo sito, ove non diversamente indicato, sono coperti da licenza Creative Commons.

cc_88x31